SONDAGGIO – DISAGI SPESOMETRO 2017 E FATTURAZIONE ELETTRONICA 2019 PER TUTTI, QUAL E' LA TUA OPINIONE?
Confimi Industria (info@confimi.it; tel. 06 86971894) e l'Associazione Nazionale Commercialisti – ANC (segreteria@ancnazionale.it; tel. 06 5573484) hanno predisposto un sondaggio il cui obiettivo è raccogliere informazioni dagli operatori sui disagi e costi della prima scadenza della comunicazione dati fatture (spesometro 2017). Si chiede altresì l'opinione in merito ai nuovi obblighi di fatturazione elettronica generalizzata che il Governo è intenzionato ad introdurre dal 2019.
Ai fini della normativa sulla privacy si informa che i dati sono raccolti in modo anonimo e saranno trattati esclusivamente in forma aggregata e statistica.

Grazie della collaborazione.
PROFILO DI CHI RISPONDE
Selezionare il profilo di chi risponde
Clear selection
Volume d'affari annuo (solo per le imprese)
Sede
(indicare la sigla automobilistica)
Nr. addetti all'amministrazione o elaborazione dati:
Nr. soggetti che si sono dedicati alla gestione dello spesometro (in azienda, studio o ced):
MONITORAGGIO DIFFICOLTA’ RISCONTRATE IN OCCASIONE DEL PRIMO APPUNTAMENTO CON IL NUOVO SPESOMETRO 2017
N° adempimenti spesometro gestiti (indicare nr. contribuenti indipendentemente dal numero di file/fatture inviati per singolo contribuente):
Indica quali fra i seguenti problemi hai riscontrato (almeno per un contribuente)
Blocco portale Fatture e corrispettivi dal 22/09 al 26/09/2017
Clear selection
Blocco in altri momenti
Clear selection
Tempi d’attesa lunghi per la trasmissione. Indica n. minuti (approssimativo) per singolo file:
Monitoraggio degli esiti di trasmissione:
Clear selection
Scarti privi di motivazione
Clear selection
Scarsa leggibilità (riconducibilità al soggetto) delle ricevute di trasmissione dati
Clear selection
Difficoltà nell’invio massivo (più contribuenti/file) dei dati (solo per professionisti o Ced):
Clear selection
Tempi d’attesa lunghi per l’assistenza telefonica al numero verde (800299940) al servizio Fatture e Corrispettivi
Clear selection
Ore di lavoro impiegate nella gestione del nuovo spesometro
(somma quelle dei vari addetti nel caso in cui più persone si siano dedicate al nuovo adempimento)
Per l’aggiornamento delle procedure
Per lo studio delle novità
Per l’elaborazione, trasmissione dei dati, gestione/monitoraggio ricezione
Quante ore sono imputabili ai disagi di cui sopra ?
Costo sostenuto per l’aggiornamento software
Una tantum 2017: €
Canone annuo licenza e/o assistenza: €
Al netto dei disagi di cui sopra ritieni che il nuovo adempimento sia complessivamente migliorato
SI
NO
perché elimina adempimenti ridondanti (San Marino, Black list, leasing/noleggi, Intrastat acquisti dei trimestrali):
perché non prevede soglie ed esclusioni che creavano confusione:
Clear selection
Altro (descrizione libera)
Quali ritieni siano le maggiori criticità del nuovo spesometro 2017?
SI
NO
Scadenza infrannuale (semestrale/trimestrale)
Gestione del flusso di spedizione (sarebbe più agevole e consolidata la soluzione desktop telematico abbinata all’utenza Entrate o Fisconline)
Abrogazione implicita della possibilità, ex DPR 695/96, di utilizzare il documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore ad € 300 (ad esempio fatture pasti/alberghi)
Legame fra bolletta d’importazione e fornitore estero (in particolare quando non c’è un acquisto immediato a monte)
Scarse indicazioni sulla corretta codificazione delle anagrafiche dei non residenti con partita Iva in Italia (Rappresentante fiscale o Identificazione diretta)
Scarse indicazioni di prassi (circolari Agenzia Entrate) e informazioni fornite tramite FAQ mal catalogate oltre che scarsamente trasparenti (la pubblicazione è avvenuta senza storicizzazione della data)
Clear selection
Altro (descrizione libera)
FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA
Il Governo (bozza legge di bilancio 2018) è intenzionato a introdurre dal 2019 la fatturazione elettronica XML obbligatoria per tutti (tranne i forfetari). A fronte dell’obbligo generalizzato 2019 propone: (i) eliminazione spesometro annuale (o semestrale) con cui chiuderà il 2018; (ii) eliminazione registri Iva per professionisti e imprese semplificate (iii) precompilazione da parte del fisco delle liquidazioni Iva e delle dichiarazioni Iva e redditi (iv) riduzione di 2 anni dei termini di accertamento previo non utilizzo contante (salvo tolleranza fino a € 500). E’ prevista eliminazione rimborso Iva prioritario incondizionato (oggi riconosciuto dal D.Lgs 127/2015 per chi ha già adottato spontaneamente la fatturazione elettronica XML).

E’ prevista l’introduzione di uno spesometro “transfrontaliero” mensile per comunicare entro il giorno 5 di ogni mese le fatture da/per l’estero che non potranno transitare per la fatturazione elettronica o pratiche doganali.

Per maggiori dettagli vedi nota congiunta ANC-CONFIMI INDUSTRIA del 23/10/2017 - https://goo.gl/LFUULU
Ritieni che la misura possa rappresentare una semplificazione concreta?
Valutereste spontaneamente l’adozione della fatturazione elettronica se venissero introdotte agevolazioni significative? Ad esempio:
SI
NO
Introduzione della possibilità di recuperare immediatamente l’Iva sugli insoluti B2B a fronte dell’emissione, ai soli fini Iva, di una nota di accredito elettronica inviata al cliente attraverso il SDI (sistema di interscambio) e quindi all’Agenzia delle Entrate ai fini della tempestiva verifica del riversamento dell’imposta da parte del cessionario/committente
Significativo aumento delle soglie (almeno € 50.000) per l’esclusione dell’obbligo del visto di conformità per le compensazioni orizzontali dei crediti fiscali
Significativa misura di credito d’imposta per recupero delle spese per gli investimenti necessari
Clear selection
Altro (descrizione libera)
Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. Report Abuse - Terms of Service - Privacy Policy