Indicatori di RS per Medie Imprese - Commercio e servizi alle imprese e alla persona, finanza, banche, credito e assicurazioni

Proposta di ambiti, azioni e indicatori relativi alla competitività e innovazione sostenibile e alla responsabilità sociale strategica delle imprese (RS).
Gruppo di lavoro : Regione Veneto, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Abruzzo; Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, INAIL, Ministero delle Politiche agricole, Inea


Istruzioni e avvertenze.
• Compilare la sezione anagrafica e allegare inizialmente un elenco dei soggetti interni ed esterni collegati all’impresa (”stakeholder”). Allegare inizialmente un elenco dei soggetti interni ed esterni collegati all’impresa (”stakeholder”). Ciò costituisce un pre-requisito per la compilazione delle schede (Nel Glossario è riportato un esempio di schema per la mappatura degli stakeholder).
• Compilare le schede, con attenzione al rispetto dei requisiti minimi indicati per ciascun ambito (A,B,C,…).
• In linea teorica una stessa azione potrebbe essere imputata a diversi indicatori. Tuttavia, l’azienda dovrà scegliere a quale area e indicatore imputare l’azione, non conteggiandolo due volte.

1. È stata inserita una riga finale per la segnalazione di altri indicatori specifici e peculiari della propria attività economica (Al momento questi indicatori non concorrono al raggiungimento dei requisiti minimi).
2. Per gli indicatori che prevedono un “punteggio in caso di miglioramento rispetto all’anno precedente”, nella prima annualità è possibile autocertificare la situazione pregressa.
3. Per evitare errori di compilazione sono stati chiaramente indicati i documenti probanti e le funzioni aziendali interessate (“catena del valore”). Nella versione cartacea si trovano nella prima colonna anche i riferimenti che evidenziano indicatori in comune tra questa piattaforma e altri standard nazionali o internazionali in materia (Linee Guida OCSE -“LGO”, Inail “OT-24”, ecc.). I documenti probanti potranno essere richiesti durante controlli a campione, in caso di eventuale partecipazione dell’impresa a premi o a procedure comparative o ad altre iniziative ad evidenza pubblica.
4. Gli indicatori riguardano sia “processi” sia “risultati”. Per gli indicatori di risultato é possibile selezionare la voce solo in caso di “miglioramento rispetto alla situazione precedente”.
Per un maggiore dettaglio si veda la Premessa, con indicazioni metodologiche e di dettaglio ulteriore nonché il Glossario finale.

Punteggio minimo Totale: 14
Punteggio minimo sezione A: 2
Punteggio minimo sezione B.a.: 1
Punteggio minimo sezione B.b.: 1
Punteggio minimo sezione C: 2
Punteggio minimo sezione D: 2
Punteggio minimo sezione E.a.: 2
Punteggio minimo sezione E.b.: 1
Punteggio minimo sezione F: 1
Punteggio minimo sezione G: 2

Pre requisiti essenziali:
Allegare un elenco o una raffigurazione dei propri stakeholder (Eventuale estratto del bilancio sociale, matrice di materialità, ecc.)
- fornire una lista dei gruppi di stakeholder che sono stati consultati e
- specificare con quale frequenza sono stati consultati e
- precisare la metodologia con la quale sono stati selezionati.

Informativa ai sensi del DPR n. 196/2003
I dati personali acquisiti direttamente da Giovanni Lombardo, titolare del trattamento, vengono trattati in forma informatica e telematica per finalità di statistica ai fini di studi universitari. Gli indirizzi di posta elettronica forniti saranno utilizzati nel test di autovalutazione per l'invio del risultato. I dati saranno potranno esser comunicati alle Regioni che collegano la presente piattaforma a bandi e avvisi regionali. L’interessato potrà esercitare tutti i diritti di cui all’art. 7 del d.lgs.vo n. 196/2003 (tra cui i diritti di accesso, rettifica, aggiornamento, di opposizione al trattamento e di cancellazione) studio chiocciola lombardo punto ge punto it.