Ricerca "maratona e atteggiamento mentale"
Gentile podista, il seguente questionario è finalizzato a valutare l'importanza dell'atteggiamento mentale nella disciplina della maratona. I dati di questo questionario hanno unicamente scopo di ricerca, non potranno essere resi pubblici e verranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy. La compilazione del questionario richiederà un impegno orario di circa 15 minuti. Perchè i risultati siano validi è importante che tu risponda a tutte le domande. Ti ringraziamo per la tua disponibilità.
Email address *
Nome e Cognome (Iniziali)
Anno di nascita *
MM
/
DD
/
YYYY
Sesso *
La corsa a piedi è il tuo sport principale? *
Hai ottenuto dei successi o ti è capitato di salire sul podio in maratona o in un'altra disciplina sportiva? (atletica, ciclismo, triathlon, nuoto, ecc.) Se si a quale livello? *
Required
In quale di queste discipline ritieni di riuscire ad ottenere i risultati migliori? *
In quali di queste fasce rientra il tuo Personal Best in maratona? *
Quante maratone hai corso nella tua carriera podistica? *
Hai mai sperimentato il muro del trentesimo km? *
Se hai risposto SI alla domanda precedente, in quante maratone hai sperimentato il "muro"?
Sono elencate qui sotto alcune affermazioni sulla vita, sulle quali le persone spesso la pensano diversamente. Per favore indica quanto ritieni che ciascuna affermazione sia vera. Dai sinceramente la tua opinione, non ci sono risposte giuste o sbagliate.
Dispositional Resilience Scale-15 di Bartone (2007)
La maggior parte della mia vita è impiegata per fare cose utili. *
Per niente vero
Completamente vero
Pianificare in anticipo può aiutare a evitare la maggior parte dei problemi futuri. *
Per niente vero
Completamente vero
Non mi piace fare cambiamenti al mio programma quotidiano. *
Per niente vero
Completamente vero
Non ha importanza lavorare sodo, perché solo i capi ne traggono vantaggio. *
Per niente vero
Completamente vero
Trovo interessanti i cambiamenti nella routine quotidiana. *
Per niente vero
Completamente vero
Lavorando duramente puoi sempre raggiungere i tuoi obiettivi. *
Per niente vero
Completamente vero
Mi dedico veramente con piacere al mio lavoro. *
Per niente vero
Completamente vero
Se sto lavorando a un compito difficile, so quando è il momento di chiedere aiuto. *
Per niente vero
Completamente vero
La maggior parte delle volte, la gente ascolta attentamente quanto dico. *
Per niente vero
Completamente vero
Cercare di fare del tuo meglio sul lavoro alla fine ripaga davvero. *
Per niente vero
Completamente vero
Mi dà fastidio che la mia routine quotidiana venga interrotta. *
Per niente vero
Completamente vero
La maggior parte dei giorni, trovo la vita veramente interessante e stimolante. *
Per niente vero
Completamente vero
Quando devo fare più di una cosa alla volta, mi diverte la sfida. *
Per niente vero
Completamente vero
Mi piace avere un programma quotidiano che non vari di molto. *
Per niente vero
Completamente vero
Quando faccio dei progetti sono sicuro di riuscire a realizzarli. *
Per niente vero
Completamente vero
Sotto vi è una raccolta di affermazioni sulla tua esperienza quotidiana. Utilizzando la scala 1-6 indica quanto frequentemente o raramente si verificano tali affermazioni. Si prega di rispondere in base a ciò che rappresenta la tua reale esperienza anziché quello che pensi che debba essere. (1 = Quasi mai ; 2 = Raramente; 3 = A volte ; 4 = Frequente; 5 = Molto spesso; 6= Quasi sempre)
Mindful Attention Awareness Scale Title di Brown & Ryan (2003)
Mi capita di avere qualche emozione e di esserne consapevole solo tempo dopo averla provata. *
Quasi mai
Quasi sempre
Rompo o dimentico le cose per mancanza di attenzione, distrazione o pensando a qualcos'altro. *
Quasi mai
Quasi sempre
Trovo difficile restare concentrato su quello che accade nel qui ed ora. *
Quasi mai
Quasi sempre
Tendo a camminare velocemente per arrivare alla meta senza prestare attenzione lungo la strada. *
Quasi mai
Quasi sempre
Non avverto le sensazioni di tensione fisica o di fastidio finché queste non attirano necessariamente la mia attenzione *
Quasi mai
Quasi sempre
Dimentico il nome di una persona quasi subito dopo averlo sentito. *
Quasi mai
Quasi sempre
Mi sembra di agire “automaticamente” senza molta consapevolezza di ciò che sto facendo. *
Quasi mai
Quasi sempre
Eseguo di corsa tutte le attività quotidiane senza prestare attenzione. *
Quasi mai
Quasi sempre
Sono talmente concentrato sull'obiettivo che voglio raggiungere che perdo il contatto con quello che sto facendo al momento per arrivarci *
Quasi mai
Quasi sempre
Mi ritrovo ad ascoltare qualcuno con un orecchio facendo un’altra cosa contemporaneamente. *
Quasi mai
Quasi sempre
Guido con il pilota automatico e poi mi chiedo come mai sono andato in quel luogo. *
Quasi mai
Quasi sempre
Mi preoccupo del passato e del futuro. *
Quasi mai
Quasi sempre
Mi ritrovo a fare delle cose senza consapevolezza. *
Quasi mai
Quasi sempre
Faccio uno snack e non mi rendo conto che sto mangiando. *
Quasi mai
Quasi sempre
Di seguito sono elencate una serie di affermazioni che gli atleti usano per descrivere la loro esperienza competitiva. Cerca di ricordare con precisione quanto spesso hai sperimentato le stesse situazioni indicando con un numero da 1 a 6 (1 = Mai; 2 = Quasi mai; 3 = Qualche volta; 4 = Spesso; 5 = Quasi sempre; 6 = Sempre). Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Non soffermarti troppo sulle varie frasi e segna le risposte che corrispondono maggiormente alle tue sensazioni relativamente alla tua esperienza sportiva.
Inventario Psicologico della Prestazione Sportiva di Robazza, Bortoli e Gramaccioni (2009)
In allenamento mi esercito a creare situazioni di impegno e tensionesimili a quelle di gara *
Mai
Sempre
Durante la gara mi ripeto parole stimolo per impegnarmi al meglio *
Mai
Sempre
Prima della gara ho un senso di panico *
Mai
Sempre
Mi considero una persona determinata quando gareggio *
Mai
Sempre
Stabilisco obiettivi precisi da raggiungere in allenamento *
Mai
Sempre
Mi piace ripetere mentalmente le abilità prima di esercitarle *
Mai
Sempre
Quando gareggio sono distratto dalla presenza di pubblico o di altri disturbi esterni *
Mai
Sempre
Quando mi sento troppo teso sono in grado di rilassarmi rapidamente e di ritrovare la calma *
Mai
Sempre
In allenamento esercito la mia concentrazione per la gara *
Mai
Sempre
Mi dico mentalmente frasi di incoraggiamento *
Mai
Sempre
Quando gareggio sono preoccupato di commettere errori o di fallire *
Mai
Sempre
In gara sono motivato al punto giusto per rendere al massimo *
Mai
Sempre
Quotidianamente o settimanalmente stabilisco obiettivi molto specifici che guidano le mie azioni *
Mai
Sempre
Sono capace di rivedermi mentalmente, come in un filmato, mentre mi esercito o gareggio *
Mai
Sempre
Durante la gara i miei pensieri sono altrove *
Mai
Sempre
Quando sono troppo teso per ciò che devo fare riesco a rilassarmi *
Mai
Sempre
Mi alleno cercando di riprodurre la tensione della competizione *
Mai
Sempre
Durante la competizione mi ripeto parole stimolo che mi servono per controllare le emozioni *
Mai
Sempre
Mi preoccupo molto di commettere errori *
Mai
Sempre
Sono completamente fiducioso di poter rendere al meglio *
Mai
Sempre
Stabilisco obiettivi a lungo termine ed un piano per conseguirli *
Mai
Sempre
Riesco a “vedere mentalmente” la mia prestazione anche nei minimi dettagli *
Mai
Sempre
Pensieri distraenti mi passano per la mente quando sono in gara *
Mai
Sempre
Quando voglio riesco a rilassarmi e a controllare le emozioni *
Mai
Sempre
In allenamento mi impegno per ricercare le condizioni di tensione e difficoltà della gara *
Mai
Sempre
Mi ripeto mentalmente frasi che mi aiutano a controllare la tensione *
Mai
Sempre
Penso a che cosa succederà se commetto errori o se fallisco *
Mai
Sempre
Ho elevata fiducia in me stesso prima della gara *
Mai
Sempre
Stabilisco obiettivi molto specifici e precisi *
Mai
Sempre
Trovo facile ripetere mentalmente l’intera prestazione o singole parti *
Mai
Sempre
In gara la mia concentrazione mi abbandona *
Mai
Sempre
Sono capace di rilassarmi e controllare la tensione quando serve *
Mai
Sempre
Mi esercito ricercando in allenamento la stessa concentrazione che dovrò avere in gara *
Mai
Sempre
Durante la gara mi ripeto frasi ben precise per concentrarmi *
Mai
Sempre
Durante la competizione sono troppo preoccupato *
Mai
Sempre
Sono molto fiducioso nelle mie doti competitive *
Mai
Sempre
Stabilisco obiettivi da conseguire durante la settimana *
Mai
Sempre
Mi è facile ripetere mentalmente le caratteristiche di un movimento o di tutta un’azione *
Mai
Sempre
In gara non riesco a focalizzare interamente l’attenzione su ciò che sto facendo *
Mai
Sempre
Mantengo le mie emozioni sotto controllo, non importa cosa stia succedendo *
Mai
Sempre
In allenamento mi immagino come se fossi in gara *
Mai
Sempre
Durante la gara mi ripeto parole stimolo che mi servono per controllare la tensione *
Mai
Sempre
Mi preoccupo molto quando in gara commetto un errore *
Mai
Sempre
In gara riesco a mantenere alta la fiducia in me stesso *
Mai
Sempre
Programmo accuratamente come raggiungere i miei obiettivi *
Mai
Sempre
Anche senza eseguire l’azione posso facilmente immaginare la contrazione della muscolatura durante il movimento *
Mai
Sempre
Durante la prestazione la mia attenzione sembra fluttuare fra ciò che sto facendo ed altre cose che non hanno nulla a che fare con la prestazione *
Mai
Sempre
Quando mi sento “scarico” riesco ad attivarmi ed a trovare la “carica” giusta *
Mai
Sempre
Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. - Terms of Service - Additional Terms