Economia circolare nel settore della carta

    Scopo del questionario

    Vi chiediamo gentilmente di compilare il seguente questionario che si propone di individuare il grado di conoscenza degli operatori del settore della carta sui temi dell'economia circoalre e, al contempo, di far acquisire agli stessi coscienza delle potenzialità, degli ostacoli e delle soluzioni che il settore cartario – compresi i gestori dei rifiuti cellulosici – ritiene necessario attuare. Il questionario è una delle azioni previste in un progetto sulla promozione dell’economia circolare in Italia che la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile sta conducendo su mandato di Comieco.

    Cos’è l’economia circolare?

    A partire dalla rivoluzione industriale lo sviluppo delle nostre economie è avvenuto all'insegna del "prendi, produci, usa e getta", secondo un modello di crescita lineare fondato sul presupposto che le risorse a disposizione sono abbondanti, facilmente accessibili ed eliminabili a basso costo. Questo approccio è da tempo entrato in crisi. Le tensioni sui prezzi di accesso alle materie prime, la crescente precarietà nelle catene di approvvigionamento, l’aumento della domanda di prodotti e la crescita della popolazione mondiale, rendono sempre più l’incremento di efficienza nell’uso dei materiali un fattore di competitività delle aziende e di sostenibilità macroeconomica per macroregioni povere di materie prime come l’Europa. Per ridurre gli effetti negativi derivanti da tali rischi la soluzione è l’economia circolare. Nei sistemi di economia circolare, infatti, i prodotti mantengono il loro valore aggiunto il più a lungo possibile e la produzione di rifiuti tende allo zero. Le risosrse (prodotti) restano all'interno del sistema economico anche dopo aver raggiunto la fine del proprio ciclo di vita, in modo da poter essere riutilizzate più volte a fini produttivi e creare così nuovo valore. Per passare ad un'economia più circolare occorre apportare cambiamenti nell'insieme delle catene di valore, dalla progettazione dei prodotti ai modelli di mercato e di impresa, dai metodi di trasformazione dei rifiuti in risorse alle modalità di consumo: ciò implica un vero e proprio cambiamento sistemico e un forte impulso innovativo, non solo sul piano della tecnologia, ma anche dell'organizzazione, della società, dei metodi di finanziamento e delle politiche. Anche in un'economia fortemente circolare permane qualche elemento di linearità, poiché non si arresta la domanda di risorse vergini e si producono rifiuti residui che vanno smaltiti. L’Europa ha da tempo avviato strategie, road map e programmi per sviluppare l’uso efficiente delle risorse, per traguardare l’economia circolare, anche attraverso l’imitazione dei processi produttivi naturali. L’Italia pur facendo parte dell’UE non ha adottato specifiche strategie al riguardo. Ciò non toglie, come è avvenuto in altri paesi, che l’iniziativa possa essere presa dal settore produttivo. Ragionando in tale prospettiva, si osserva come il settore cartario vanti una interessante particolarità: la sua materia prima è rigenerativa. Questo significa che nel settore della carta il limite della disponibilità di risorse si incrocia con quello della capacità rigenerativa dei sistemi naturali. Il settore cartario appartiene, così, alla cosidetta bioeconomy e per l’accesso alla materia prima entra in competizione con l’agricoltura, la produzione delle biomasse energetiche, la bioplastica e parte dell’arredamento e dell’edilizia.
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    Settore della gestione dei rifiuti e quello della produzione
    Settore del consumo e quello della produzione
    Settore del consumo e quello della gestione dei rifiuti
    Tutti i settori indicati
    Please enter one response per row
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    Settore della produzione
    Settore della gestione rifiuti
    Settore del consumo
    Tutti i settori indicati
    Please enter one response per row
    Ostacoli di ordine tecnologico
    Ostacoli economico - fiscale
    Ostacoli di ordine infrastrutturale
    Altro
    Please enter one response per row
    This is a required question
    Di natura economico – fiscale
    Di assistenza tecnologica
    Di riordino della disciplina sulla gestione dei rifiuti e/o di tematiche connesse
    Potenziamento infrastrutturale
    Altro
    Please enter one response per row
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question

    ANAGRAFICA

    Ringraziandola per la collaborazione, nel pieno rispetto dell’anonimato La invitiamo a compilare i seguenti campi
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question