Laboratorio Bagnoli

Un Progetto dal basso. Alla base del coinvolgimento della cittadinanza alla progettualità come momento politico per incentivare la partecipazione democratica al “Laboratorio di Architettura Partecipata” che si vuol creare per una progettazione alternativa.

Sono punti imprescindibili:

* Bonifica dell’area contaminata nella sequenza terra - arenili

* Rimozione colmata

* Bonifica fondali

* Bonifica dell’area Cementir

* Bonifica dell’area della Città della Scienza

* Spiaggia pubblica

* Parco pubblico

* Adesione al piano cemento zero – nessuna nuova edificazione (se non necessaria)

* Autonomia energetica dell’area con micro-centrali ad energie rinnovabili

* Autonomia nello smaltimento dell’umido per i quartieri limitrofi per concimare il parco

* Integrazione di quanto già realizzato (Pontile nord, Porta del Parco, Parco dello sport, Acquario tematico, Studios)

* Integrazione dei manufatti di archeologia industriale nel Progetto

* Creazione Distretto Economico volto alle tipicità del territorio (mare, pesca, “diportistica”)

* Progetto inserito in uno scenario più ampio che comprenda tutta Napoli ovest

* Progetto naturalistico che metta in risalto gli aspetti paesaggistici

* Realizzazione di opportunità lavorative stabili e durature

* Creazione di posti di lavoro dal terziario avanzato e a basso impatto ambientale

* Tempi certi con consegne parziali (lotti) e penali collegate alle consegne

* Inserimento nel progetto Bagnoli di tutto quanto indispensabile alla mitigazione e prevenzione del rischio vulcanico per tutto il quartiere, già escluso anche se danneggiato dai precedenti eventi bradisismici.

    Lo SbloccaItalia che sfascia Bagnoli

    alcune cose che devi sapere