QUESTIONARIO: " PER ME L'AFFIDO E'..." - Ricerca del grado di conoscenza o percezione del fenomeno affido familiare. Quali sono le motivazioni a favore o di ostacolo dell'affido familiare?
L'affidamento familiare può inquadrarsi come risorsa per la società?
Compilando il questionario lei contribuisce a fornire informazioni utili al miglioramento degli interventi di aiuto ai bambini e alle bambine che si trovano temporaneamente in difficoltà.
Grazie.
Dati Generali
1.1 - Ente Provincia di Residenza *
1.2 -Genere *
1.3 - Età *
1.4 - Stato Civile *
1.5 - Posizione Professionale *
1.6 - Situazione Abitativa *
1.7 - Fa parte di qualche Gruppo o Associazione? *
1.8 - Fa o ha fatto parte in passato di esperienze di Volontariato? *
Conoscenza dell'Affidamento Familiare
2.1 - Nel suo territorio è a conoscenza di situazioni di disagio presenti in cui è coinvolto anche un/una minorenne? *
2.2 - Nel suo territorio ritiene che le situazioni di disagio presenti, in cui è coinvolto anche un/una minorenne, siano frequenti? *
2.3 - Nel suo territorio, se venisse a conoscenza di situazioni di disagio in cui è coinvolto anche un/una minorenne cosa farebbe? *
2.4 - Conosce l’esistenza dell’affidamento familiare per i minorenni in difficoltà? *
2.5 - Se conosce l’esistenza dell’affidamento familiare, da chi ha ricevuto le informazioni a riguardo? (n.b. anche più risposte) *
Required
2.6 - In base alle sue conoscenze, tra le seguenti definizioni di affidamento familiare, quale ritiene sia la più corretta? *
2.7 - Secondo la sua opinione, quali sono le motivazioni prevalenti che portano all’affidamento familiare di un/una minorenne in difficoltà? (n.b. anche più risposte, massimo 3) *
Required
2.8 - Secondo la sua opinione, quali sono le possibili tipologie di affidamento familiare di un/una minorenne in difficoltà? (N.B. Anche più risposte) *
Required
2.9 - Conosce la differenza tra le due tipologie di affidamento familiare: consensuale e giudiziale? *
Pro e Contro l'Affidamento Familiare
3.1 - Secondo lei, quanto è importante ognuna delle seguenti MOTIVAZIONI fornite da chi si rende disponibile all’ Affidamento familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per niente importante
Avere del tempo libero da impiegare utilmente
Desiderio di aiutare gli altri
Desiderio di avere un figlio
Desiderio di sentirsi utili/Impegno civile
Fare un servizio per la collettività
Motivazioni religiose
Motivazioni culturali
Sperimentare l’accoglienza in famiglia
3.2 -Secondo lei quanto è importante ognuno dei seguenti SOGGETTI per la buona riuscita dell’Affidamento Familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
Il minorenne
La famiglia di origine
La famiglia affidataria
La magistratura minorile
I servizi sociali
I servizi sanitari
La scuola, le organizzazioni e i servizi educativi
Le reti di famiglie affidatarie
Le amministrazioni pubbliche
Il volontariato, le associazioni di promozione sociale
Le forze sociali (sindacati, aziende, ass.ni di categoria, la cooperazione sociale)
Le organizzazioni religiose
Le organizzazioni sportive
3.3 - Secondo lei quanto è importante ognuno dei seguenti RISULTATI dell’Affidamento Familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
Meno minori allontanati dalla propria famiglia
Più rientri di minori nella famiglia di origine dopo un periodo di affidamento
I Servizi Sociali iniziano a lavorare con metodo “per progetti integrati”.
Più famiglie disponibili ad accogliere un minorenne in affidamento
L’aumento dell’associazionismo familiare e delle reti di solidarietà familiare
Servizi più qualificati offerti territorialmente a favore delle famiglie con figli
La soddisfazione del minorenne rispetto all’intervento realizzato
La soddisfazione della famiglia d’origine rispetto all’intervento realizzato
La soddisfazione della coppia affidataria rispetto all’intervento realizzato
Una maggiore sinergia tra gli operatori del servizio e con gli altri soggetti istituzionali e non, coinvolti nell’affidamento
Il maggiore grado di conoscenza e di utilità del servizio di affidamento da parte delle altre istituzioni del territorio, specie se coinvolte
L’aumento degli affidamenti familiari nelle loro diverse tipologie con particolare attenzione agli affidamenti consensuali
L’aumento degli affidamenti familiari rispetto all’accoglienza in comunità residenziale
La riduzione della durata media degli affidamenti
L’aumento dei servizi alla famiglia d’origine
L’aumento dei progetti scolastici di sensibilizzazione all’affidamento all’interno dei POF (Piani dell’Offerta Formativa)
3.4 - Secondo lei quanto è importante ciascuno dei seguenti RISCHI dell’Affidamento Familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
creare traumi maggiori al minore tolto alla propria famiglia
deresponsabilizzare la famiglia di origine rispetto ai compiti educativi
non rispettare il diritto del minorenne alla propria famiglia
dare troppa autorità ai servizi pubblici e tribunali rispetto alla famiglia
intromettersi nelle questioni della famiglia
3.5 - Secondo lei quanto è importante ciascuno dei seguenti REQUISITI per essere adeguati a diventare AFFIDATARI? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
Capire i bisogni del bambino entrando in empatia con lui e riorganizzando la propria famiglia
Saper affrontare il disagio del minorenne per la “separazione” dalla famiglia naturale
Accettazione e comprensione delle esigenze del minorenne, della sua storia e del suo nucleo familiare senza esprimere valutazioni di giudizio
Essere preparati ad accettare le difficoltà che possono sorgere con la famiglia naturale
Idoneità dell’abitazione in relazione ai bisogni del minorenne
Età degli affidatari adeguata alle esigenze del minorenne
Capacità di instaurare un valido rapporto educativo, affettivo e materiale per la maturazione del minorenne
Disponibilità a partecipare a percorsi formativi, a gruppi di confronto con altre famiglie affidatarie e a rapportarsi con i servizi socio sanitari
Integrazione della famiglia affidataria nel contesto sociale di appartenenza
Disponibilità al rapporto con i servizi sociosanitari e compartecipazione al progetto individuale per il minorenne
Presenza di figli minorenni propri e loro orientamento positivo all’affidamento
Solidarietà nei confronti di persone appartenenti a contesti sociali, culturali, etnie diversi
Consapevolezza della differenza tra affido e adozione: un minore in affidamento non è un soggetto da adottare; pertanto la famiglia affidataria non deve avere tale motivazione/finalità
Capacità di osservazione dell’evoluzione del minorenne, con particolare riferimento alle condizioni psicofisiche ed intellettive, alla socializzazione ed ai rapporti con la famiglia di origine
Disponibilità a mantenere e favorire i rapporti con la famiglia di origine.
3.6 - Secondo lei quanto è importante ognuna delle seguenti SITUAZIONI, ostacoli potenziali per la scelta dell’Affidamento Familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
casa piccola della famiglia disponibile all’affidamento familiare
eccessivi impegni di lavoro per la famiglia disponibile all’affidamento
presenza di figli propri con il conseguente carico di cura
possibili conflittualità e gelosie con i figli della famiglia affidataria
mancanza di contributi adeguati alla famiglia affidataria dati dalle istituzioni
scarsa preparazione specifica della famiglia affidataria disponibile all’affido
Proposte e Suggerimenti
4.1 - Secondo lei quanto è importante ognuno dei seguenti INTERVENTI per contribuire a migliorare l’efficacia dell’Affidamento Familiare? *
Molto Importante
Importante
Poco Importante
Per Niente Importante
Un intervento normativo nazionale che ne favorisca l’utilizzo
Un intervento normativo nazionale che ne limiti l’utilizzo
Un utilizzo più adeguato rispetto alle diverse situazioni dei minorenni e delle loro famiglie
Una maggiore precisione nel delineare gli ambiti decisionali dei servizi territoriali, dei genitori di origine e delle famiglie affidatarie
Stabilire la durata certa del decreto di affidamento familiare
Favorire una maggiore comunicazione tra l’Autorità giudiziaria, i servizi territoriali, i minorenni, i genitori di origine e le famiglie affidatarie
4.2 - In base alla sua opinione la invitiamo a esprimere considerazioni e/o suggerimenti che possano aiutare a rendere più efficace ed efficiente lo strumento dell’affidamento familiare. (N.B. Risposta a testo libero) *
4.3 - Ritiene di partecipare al Convegno, che si terrà ad ottobre 2020 ad Ancona, dove si discuteranno gli esiti dell'indagine, comunicando il proprio contatto alla mail: convegnoaffido@gmail.com
Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. - Terms of Service - Privacy Policy