Domanda Tirocini Formativi

Il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari, di cui all’art.73 D.L. 69/13, come convertito con L.98/13, consiste, per la durata di diciotto mesi, in un’attività teorico-pratica che – mentre prevede la partecipazione dei tirocinanti ai corsi e seminari di formazione decentrata loro specificamente dedicati ovvero organizzati per magistrati ed avvocati – comporta essenzialmente e prevalentemente la continuativa collaborazione con il magistrato affidatario nel compimento di tutte le sue ordinarie attività d’ufficio.

In particolare, il tirocinante presta assistenza al magistrato affidatario nella preparazione dell’agenda, nello studio delle cause, nelle ricerche di giurisprudenza e di dottrina, collabora nella stesura dei provvedimenti e partecipa – salvo specifiche eccezioni – alle camere di consiglio ed alle udienze, sia pubbliche che istruttorie o camerali, nel rispetto di obblighi di segreto e riservatezza.

Il tirocinio si svolge presso l’ufficio giudiziario del giudice affidatario, dove vengono allestite per i tirocinanti apposite postazioni di lavoro dotate della necessaria strumentazione informatica.

Opportune intese con gli Organismi accademici e gli Ordini professionali prevederanno le specifiche modalità di coordinamento che rendano compatibile con il conseguimento di un’adeguata formazione del tirocinante presso l’ufficio giudiziario anche la contestuale pratica forense o notarile ovvero la frequenza di una scuola di specializzazione per le professioni legali o l’attività di un dottorato di ricerca.

Gli uffici giudiziari si impegnano a promuovere e favorire apporti finanziari di terzi che consentano di erogare sovvenzioni o borse di studio in favore dei tirocinanti, nonché a stipulare polizze assicurative: di ogni iniziativa o bando in tal senso verrà data immediata notizia su questo sito.


Al seguente link può raggiungere il Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69:
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/08/20/13A07086/sg