Lettera aperta al Magnifico Rettore dell'Università Carlo Cattaneo Prof. Federico Visconti
Magnifico Rettore,

La giornalista Elena Ciccarello su "il Fatto Quotidiano", sostiene (https://goo.gl/HWIy9m) che la Vostra Università avrebbe sostituito il testo di un Vostro documento di ricerca, a firma del Prof. On. Francesco Boccia ma in buona misura plagiato, con un altro, degradato a "consigli per la lettura" (di uno - su due - dei testi plagiati).

Da quanto riportato, sembrerebbe che la Vostra Università si sia prestata per un goffo tentativo di "lavaggio" di un plagio, il quale avrebbe contribuito, essendo stato presentato come "titolo", a far vincere al Prof. On. Francesco Boccia un concorso pubblico (https://goo.gl/iAAuox).

Il Vostro Codice etico (https://goo.gl/1UpyfI) condanna il plagio (Art. 15); stigmatizza il favoritismo (Art. 18), e giustamente esalta i valori dell'onestà e dell'imparzialità amministrativa. Il Vostro ordinamento giuridico prevede misure volte alla "repressione della falsa attribuzione di lavori altrui da parte di aspiranti al conferimento di lauree, diplomi, uffici, titoli e dignità pubbliche" (Legge n. 475 del 19/04/1925).

Alla luce di tutto questo, Le chiediamo quali passi abbiate intenzione di intraprendere per chiarire pubblicamente i fatti e le Vostre eventuali responsabilità, e per correggere un danno reputazionale che, in qualche misura, si estende all'intera comunità accademica italiana.

Per Vostra comodità, alleghiamo copia fotografica dell'inizio del contributo del Prof. On. Francesco Boccia, come risulta dall'esemplare cartaceo disponibile presso l'Università di Bologna, e come appare ora sul sito ufficiale della Vostra Università (data riportata di creazione del file: 16 dicembre 2016).

[Gli allegati sono disponibili qui: https://goo.gl/NKuvdy]

L'elenco completo di tutti i firmatari è qui https://goo.gl/pOZzmH

La raccolta firme si è conclusa alle 15.00 del 31 Marzo. La lettera sottoscritta da 247 persone verrà inviata al Magnifico Rettore.

This form was created using Google Forms. Create your own