Domanda Tirocini Formativi presso gli Uffici Giudiziari di Milano

Il tirocinio formativo presso gli Uffici giudiziari, di cui all’art.73 D.L. 69/13 e succ.modd., consiste, per la durata di diciotto mesi, in un’attività teorico-pratica che – mentre prevede la partecipazione dei tirocinanti ai corsi e seminari di formazione decentrata loro specificamente dedicati ovvero organizzati per magistrati ed avvocati – comporta essenzialmente e prevalentemente la continuativa collaborazione con il magistrato affidatario nel compimento di tutte le sue ordinarie attività d’ufficio.

In particolare, il tirocinante presta assistenza al magistrato affidatario nella preparazione dell’agenda, nello studio delle cause, nelle ricerche di giurisprudenza e di dottrina, collabora nella stesura dei provvedimenti e partecipa – salvo specifiche eccezioni – alle camere di consiglio ed alle udienze, sia pubbliche che istruttorie o camerali, nel rispetto di obblighi di segreto e riservatezza.

Il tirocinio si svolge presso l’ufficio del giudice affidatario, dove vengono allestite per i tirocinanti postazioni di lavoro dotate della necessaria strumentazione informatica. E’ richiesta una presenza minima di 20 ore settimanali.

Opportune intese con gli Organismi accademici e gli Ordini professionali prevederanno le specifiche modalità di coordinamento che rendano compatibile con il conseguimento di un’adeguata formazione del tirocinante anche la contestuale pratica forense o notarile ovvero la frequenza di una scuola di specializzazione per le professioni legali o l’attività di un dottorato di ricerca. Di ogni Convenzione stipulata verrà data notizia sul sito del singolo Ufficio.

Il tirocinio può essere svolto, a domanda dell’interessato, e nei limiti delle disponibilità, presso uno dei seguenti Uffici:
- Corte d’Appello
- Tribunale Ordinario
- Tribunale per i Minorenni
- Tribunale di Sorveglianza
- Procura Generale presso la Corte d’Appello

Se l’interessato presenta domanda presso più Uffici, la sua domanda potrà essere selezionata da ciascuno degli Uffici indicati, secondo le rispettive tempistiche, sino a che ne venga reso noto l’accoglimento da parte di uno di essi.

Ove, nell’ambito del singolo Ufficio, le domande siano in numero superiore rispetto alle accertate disponibilità di giudici affidatari, si selezioneranno le domande secondo i criteri di cui all’art.73 comma 2 (nell’ordine: media degli esami indicati al comma 1, punteggio di laurea, minore età anagrafica). Eventuali maggiori informazioni, su tempistiche e modalità di selezione, si rinvengono sul sito di ciascun Ufficio.

Per maggior dettagli circa contenuti e valenza del tirocinio, consultare la normativa (art.73 cit. e relativi aggiornamenti) al seguente link:
www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legge:2013-06-21;69!vig=