Lettera Aperta al Presidente Enrico Rossi: sottoscrivo!
Egregio Presidente Enrico Rossi,

 

Apprendiamo che è Sua intenzione procedere alla nomina del signor Davini a Presidente

del Parco Regionale delle Alpi Apuane. L'unica parola che ci viene in mente è sconcerto.

Riassumiamo in 9 lettere il nostro stato d'animo e la nostra profonda delusione per la

scelta del Presidente del Parco delle Alpi Apuane. Viene premiata, in modo paradossale,

la linea di chi ha criticato duramente il PIT, quel piano che lei stesso ha fortemente voluto

e che alcune lobby vicine alla maggioranza  hanno stravolto rispetto  alla  versione

originale, costringendo Anna Marson a dichiarazioni che lasciano poco spazio alla

fantasia.

Secondo il signor Davini (http://iltirreno.gelocal.it/versilia/cronaca/2017/01/22/news/davini-

vorrei-che- il-parco- mettesse-d- accordo-tutti- 1.14756187?refresh_ce) pare che gli

ambientalisti siano colpevoli di voler dare un taglio ambientale al Parco delle Alpi Apuane.

E quale taglio si vuole dare ad un'area protetta? E poi, che punto di equilibrio si vuole

cercare affermando che le attività di cava non sono compatibili con le "politiche ambientali

più strette"? 

L'ambiente o si protegge o non si protegge, e le vie di equilibrio sono poi quelle che

aprono la strada alla distruzione incontrollata, cosa che sta già avvenendo sulle Apuane,

basti vedere gli ultimi controlli effettuati in diversi siti di cava.

Come associazioni ambientaliste, come singoli cittadini sottoscrittori, non possiamo

accettare questa decisione, signor Presidente, che contestiamo con forza. Non siamo

assolutamente disponibili a trovare alcun compromesso perché siamo certi che porre le

questioni ambientali sui piatti delle trattative politiche sia una delle più fallimentari azioni

che si possano perpetrare.

Non si meravigli, pertanto, se da domani continuerà la nostra  opposizione ancora

più  ferma e dura nei confronti delle scelte sue e del nuovo Presidente, non si stupisca se

continueremo a rimarcare quanto certe scelte "ambientali" siano distanti anni luce dalla

vera sensibilità ecologica: ne ricordiamo, tra le più recenti, la modifica alla legge sulle

manifestazioni motociclistiche in aree protette e la normativa sulla caccia ai lupi.

Presidente, dia seguito con i fatti alle parole che espresse di fronte a tutte le associazioni

ambientaliste, quando le incontrò a Firenze alla vigilia del varo del PIT rivedendo le

decisioni prese. Ne va della salvaguardia delle Apuane, dell’ambiente, della nostra casa

comune e della sua credibilità.

Massa, 5 luglio 2017

Cognome e Nome *
Your answer
Eventuale rappresentanza o appartenenza
Your answer
Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. Report Abuse - Terms of Service - Additional Terms