Indagine sullo svolgimento di attività fisica e grado di ciclabilità nella Città di Milano

    Contatti indagine Politecnico di Milano

    DI COSA SI TRATTA ?

    L'indagine, condotta da un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano, si colloca nell’ambito degli studi sull’Urban Health, un orientamento che identifica tutte le strategie e le azioni volte alla tutela e alla promozione della salute in ambiente urbano. Lo scopo è quello di conoscere le abitudini dei cittadini milanesi circa lo svolgimento di attività fisica individuale e l’utilizzo della bicicletta per quantificarne un possibile aumento nei livelli di utilizzo al fine di stimarne le ricadute in termini di salute. Tale indagine è condotta tramite un questionario autosomministrato in forma anonima e si rivolge a tutti i residenti e non di Milano, cioè a tutti coloro i quali abitano e/o frequentano la Città per altre ragioni. La ringraziamo molto per l’attenzione e la disponibilità chiedendoLe gentilmente di compilare il questionario. Le chiediamo anche di far conoscere questa indagine ad amici, parenti e conoscenti. Maggiore sarà il campione raccolto e più significativi saranno i risultati della ricerca utili ad indirizzare le scelte urbanistiche di incentivo alla mobilità ciclistica e per la promozione della salute in ambito urbano.

    Percorsi di 5 km in città corrispondono a circa 15 minuti in bicicletta

    PERCHE’ QUESTA INDAGINE ?

    La ricerca che stiamo sviluppando, di cui questa indagine rappresenta un passaggio fondamentale, ha l’obiettivo finale di valutare le ricadute che gli interventi attuati in ambito micro-urbanistico, ed in particolare quelli legati alla mobilità ciclopedonale, hanno sulla salute dei cittadini. E’ dimostrato infatti come siano moltissimi gli aspetti positivi dell’attività fisica sul benessere dell’uomo e come sia quindi importante promuovere la salute mediante l'adozione di corretti stili di vita. Da tempo ormai l’attività fisica è considerata un fattore protettivo fondamentale nei confronti di numerose patologie: la sedentarietà è infatti al quarto posto nel mondo tra le cause di morte correlate a malattie cronico-degenerative non trasmissibili, che comportano la maggior parte dei decessi a livello mondiale (92% in Italia). Le principali patologie che potrebbero essere ridotte grazie ad una maggiore attività fisica spaziano da malattie cardiocircolatorie e respiratorie fino all’obesità; dal diabete alla depressione; dal benessere osseo e muscolare fino a diverse tipologie di tumore (colon, seno, prostata, …). L’OMS stima che più del 30% della popolazione mondiale non esegua una sufficiente attività fisica cioè, per gli individui adulti, almeno 150 minuti alla settimana (30 minuti al giorno per 5 giorni) di esercizio fisico moderato. In Europa il 50% degli spostamenti urbani in automobile è su distanze inferiori a 5 km che potrebbero essere percorse in 15/20 minuti utilizzando la bicicletta. Già solo questi tragitti quotidiani soddisferebbero la quantità di attività fisica giornaliera fortemente consigliata per rimanere in salute. Inoltre un maggior utilizzo della bicicletta per i propri spostamenti ha ricadute benefiche non solo in ambito socio-sanitario: si hanno infatti effetti positivi anche su ambiente e inquinamento, traffico e viabilità, lavoro ed economia. Clicca su CONTINUA per il iniziare la compilazione del questionario.