Indagine Over 65
INDAGINE SULLO STATO DI SALUTE, VISSUTO DI SOLITUDINE, SPIRITUALITÀ NELLA POPOLAZIONE ANZIANA A FRONTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA DA COVID-19

Il questionario è RIGOROSAMENTE ANONIMO e rivolto a persone con più di 65 anni d'età. Le chiediamo di leggere con attenzione le domande che seguono e di rispondere mettendo una crocetta sul quadratino della risposta che ha scelto. Le risposte saranno elaborate nel pieno rispetto della sua privacy, per questo motivo, Le chiediamo di rispondere in modo sincero, non ci sono risposte giuste o sbagliate ma solo risposte utili per la raccolta dei dati necessari all'elaborazione. Naturalmente la compilazione del questionario è volontaria, ma le Sue risposte sono molto importanti per il nostro studio. Grazie per il Suo aiuto!
SCHEDA INFORMATIVA
Gentile Signore/a,
in questo Istituto, Dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società, DILL, Università di Udine, è in programma una ricerca scientifica che si propone di indagare lo stato di salute fisica e psicologica degli anziani, con particolare riferimento agli effetti della pandemia da COVID-19, tenendo conto dei principali aspetti che possono aver influenzato il loro benessere e la qualità della vita durante l’emergenza sanitaria. Il titolo dello studio è: “Indagine sullo stato di salute, vissuto di solitudine, spiritualità nella popolazione anziana a fronte degli effetti della pandemia da COVID-19”. Prima che Lei prenda la decisione di accettare o rifiutare di partecipare alla presente ricerca, La preghiamo di leggere con attenzione la scheda informativa e di chiedere chiarimenti, qualora non avesse ben compreso o avesse bisogno di ulteriori precisazioni, alla dott.ssa Susanna Feruglio (tel. 348 7835161; e-mail: susanna.feruglio@uniud.it), o alla dott.ssa Stefania Pascut (tel. 328 2130862; e-mail: s.pascut@gmail.com).
Ci troviamo ad affrontare un nuovo periodo di incertezza e preoccupazione dovuto agli effetti della pandemia da Covid-19 che si avvertono non solo sulla salute fisica, ma anche sulla salute mentale e sociale, in particolare considerando le difficoltà a mantenere le relazioni e gli stili di vita abituali. La pandemia, infatti, ha reso necessaria l’introduzione di una serie di provvedimenti e misure protettive, quali il distanziamento fisico e la restrizione dei contatti interpersonali, per la tutela della salute dei cittadini, in particolare di quelli più anziani. La popolazione anziana è sicuramente al centro della crisi, non solo perché risulta la più esposta, dal punto di vista sanitario, ai rischi del coronavirus, ma anche perché i provvedimenti legati all’emergenza confinano gli anziani in casa o nelle strutture residenziali in uno stato di insicurezza e preoccupazione, con informazioni incerte, spesso separati dai familiari, parenti e dalla rete di relazioni informali. Questa situazione può attivare vissuti di solitudine poiché tende ad aumentare il senso di vulnerabilità, l’ansia, la depressione, l’irritabilità, la paura di morire. Tutto ciò ci porta ad interrogarci sullo stato di salute fisico e psicologico in cui si trovano gli anziani, sia che essi vivano presso il proprio domicilio, sia che risiedano, per motivi di salute o altro, presso residenze sanitarie assistenziali o altri centri assistenziali per anziani presenti sul territorio comunale di Udine o di comuni limitrofi. In particolare, in questo progetto ci proponiamo di raccogliere informazioni rispetto ad alcune dimensioni psicologiche che studi precedenti hanno mostrato essere correlate agli effetti psicosociali delle pandemie, come ad es. ansia e depressione, oltre ad aspetti più generali come lo stato di salute fisico e la vitalità. Il nostro obiettivo è sia comprendere come la pandemia ha inciso su queste dimensioni, tenendo conto che gli anziani sono tra i soggetti più a rischio di sentimenti di solitudine e isolamento sociale e del clima di incertezza e preoccupazione che la pandemia ha alimentato, sia far luce su come questi aspetti a loro volta abbiano una ricaduta sulla qualità della vita e sul benessere psicologico delle persone anziane. Infine vorremmo indagare quanto la spiritualità, intesa come una dimensione importante che riguarda ogni essere umano nella misura in cui lo aiuta a dare significato all’esistenza e a mantenere sani stili di vita, possa aver inciso sulle risorse di adattamento degli anziani nell’affrontare la pandemia e nel ridurre il senso di solitudine, così come sul loro stato di salute fisico e psicologico. Nel caso in cui Lei acconsentisse a partecipare a questa Ricerca, Le sarà chiesto di confermare la Sua partecipazione, compilando il presente questionario in una sessione singola di circa 30 minuti e rispondendo a una serie di domande relative al Suo stato di salute psicofisico, al Suo vissuto rispetto alla pandemia, alla condizione di solitudine, alla dimensione di spiritualità.
La presente ricerca si svolgerà da aprile a dicembre 2021 e prevede il coinvolgimento di 400 persone over 65, residenti presso il proprio domicilio oppure ospiti presso residenze sanitarie assistenziali (RSA) per anziani presenti nel territorio di Udine e comuni limitrofi. Il ricercatore sarà disponibile in qualsiasi momento per eventuali chiarimenti e domande che Lei volesse porre. Non ci sono controindicazioni né rischi legati alla partecipazione a questa ricerca. I questionari utilizzati nella ricerca non prevedono risposte giuste o sbagliate quanto piuttosto le risposte più adatte a descrivere il proprio modo di vedere se stessi, gli altri e il mondo in generale. Lo studio non ha alcuno scopo di diagnosi medica. La Sua partecipazione a questo studio, fornirà un prezioso contributo alla comprensione degli effetti della pandemia da COVID-19 sullo stato di salute psicofisico della popolazione anziana. Lei è libero di non partecipare alla presente Ricerca. La Sua adesione è completamente volontaria e potrà interrompere la compilazione dei questionari in qualsiasi momento.
Ai sensi del Regolamento EU 679/2016 relativo alla tutela delle persone per il trattamento dei dati personali, La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti in maniera anonima e utilizzati esclusivamente per scopi di ricerca scientifica. I risultati della Ricerca a cui Lei parteciperà potranno essere oggetto di pubblicazione, ma nessuno potrà risalire all’identità dei partecipanti. Se lo richiederà, alla fine della Ricerca potranno esserLe comunicati i risultati generali dello studio ottenuti su tutto il campione di partecipanti. A tal proposito dovrà contattare i responsabili del progetto, la dott.ssa Susanna Feruglio (susanna.feruglio@uniud.it) o la dott.ssa Stefania Pascut (s.pascut@gmail.com).

DICHIARAZIONE DI CONSENSO INFORMATO
Io sottoscritto dichiaro di avere ricevuto esaurienti spiegazioni in merito alla richiesta della Mia partecipazione allo Studio descritto nella scheda informativa e tutti i contatti utili per approfondire tali spiegazioni, porre domande e ricevere risposte soddisfacenti in merito. Accetto quindi liberamente di partecipare alla Ricerca, avendo perfettamente compreso tutte le informazioni sopra riportate. Sono consapevole che la Mia partecipazione alla Ricerca sia volontaria e che ho la facoltà di interromperla in qualsiasi momento. Sono inoltre consapevole che secondo il rispetto della normativa vigente i Miei dati saranno utilizzati in forma anonima esclusivamente per scopi di ricerca scientifica.
Dichiaro di aver letto l'informativa e acconsento a partecipare all'indagine e al trattamento dei dati per esclusive finalità di ricerca scientifica. *
Next
Never submit passwords through Google Forms.
This form was created inside of Comune di Udine. Report Abuse