Gerarchia dei fabbisogni GAL SGT
Scegliere una sola alternativa. E' possibile inviare una sola risposta al questionario. E' possibile intervenire per modificare gli eventuali errori
Costruire la rete dell’offerta territoriale
Favorire la cooperazione fra produttori;
Mettere in rete anche le strutture ufficiali, come garanzia;
Aggregare, stimolare, verificare, spingere al miglioramento l’offerta di prodotti e di servizi;
Avere degli accordi che garantiscono qualità e autenticità
Quale priorità? *
Organizzare l’offerta in maniera socialmente coerente e metterla in relazione coi mercati
Lavorare alla ricerca di mercati in primis locali (es.: famiglie, scuole, case protette, turismo) ma non solo;
Veicolare i prodotti locali nella ristorazione collettiva pubblica;
Aiutare l’informalità. Studiare il numero di persone che consente d’integrare il reddito con servizi di buona qualità restando nell’informalità;
Studiare forme di fruizione del territorio coerenti con le capacità di soggetti con abilità diverse (es.: servizi specifici, mappe, etc...)
Quale priorità? *
Mettere in rete l’intero territorio
Coordinare le risorse nei Comuni e fra i Comuni;
Lavorare alla cooperazione fra pubblico e privato;
Coordinarci con le pro loco ed altre strutture associative;
Completare il “catalogo” dei beni e dei servizi del territorio;
Frenare l’esodo dal territorio con un livello accettabile di servizi;
Distribuire i flussi sul territorio;
Predisporre itinerari da proporre ai tour operator o direttamente ai visitatori
Quale priorità? *
Unificare e promuovere l’offerta territoriale
Definire chiaramente un’identità del territorio ed i criteri-base in relazione ai quali alcuni prodotti la possono utilizzare ed altri no;
Supportare la riconoscibilità del prodotto locale di qualità;
Promozione pubblicitaria attraverso un marchio d’indicazione geografica della filiera agroalimentare
Quale priorità? *
Promuovere il territorio, far parlare del territorio all’interno ed all’esterno
Farci notare con un grande evento (silenzio);
Raccontare il territorio;
Essere presenti in Rete e nelle porte di accesso;
Aiutare le persone a scegliere e ad arrivare sul territorio
Quale priorità? *
Migliorare, adattare i processi produttivi ed i prodotti
Ridurre i costi da affrontare per la macellazione;
Poter macellare presso le aziende;
Poter smaltire facilmente le carcasse animali;
Adattare i prodotti locali all’uso che se ne fa nei servizi ricettivi (es.: monoporzioni)
Quale priorità? *
Rafforzare la dotazione d'infrastrutture e di servizi
Disporre di risorse idriche ed elettriche in ogni azienda;
Disporre di reti più efficienti (informatizzazione);
Disporre di maggiori servizi veterinari
Quale priorità? *
Rafforzare le risorse endogene
Migliorare dal punto di vista genetico gli allevamenti;
Tornare a specie resistenti sul territorio in relazione al loro adattamento ecologico;
Collaborare con strutture di ricerca per definire meglio le proprietà nutritive e curative di alcuni prodotti locali (es.: cereali)
Quale priorità? *
Migliorare il capitale umano
Animare, coinvolgere, formare le persone;
Formare alle lingue straniere (senza tralasciare la lingua madre);
Formare i produttori locali;
Sensibilizzare i consumatori locale;
Sensibilizzare la popolazione al consumo dei prodotti locali
Quale priorità? *
Costruire un’architettura istituzionale partecipativa, trasparente, efficace, efficiente
Darci una struttura precisa, ben disegnata;
Attivare dei tavoli di coordinamento tematico e di coordinamento istituzionale informali che accompagnino le decisioni del GAL in modo partecipato lungo tutto il prossimo periodo di programmazione
Quale priorità? *
Submit
This content is neither created nor endorsed by Google.