MODULO ADESIONE AL PROGETTO TRASPARENZA SUI DERIVATI FINANZIARI SOTTOSCRITTI DAGLI ENTI TERRITORIALI

I derivati finanziari si sono largamente diffusi nelle finanze delle amministrazioni pubbliche e delle società private anche quelle che hanno azionariato pubblico, ma il loro uso non è stato generalmente supportato da adeguata consapevolezza di tutti i soggetti coinvolti.

Non è ancora disponibile uno studio sul complessivo portafoglio dei derivati negli enti territoriali con un calcolo del loro valore corrente e della posizione di rischio ad esempio rispetto alle variazioni di tasso.

E tale indifferenza persiste, nonostante si siano succedute ben tre indagini parlamentari conoscitive nel 2005, 2007 e nel 2009 ancora oggi non esiste un dato univoco – e verificabile – sul valore dei contratti derivati finanziari sottoscritti dagli enti territoriali italiani (Comuni, Regioni, Provincie e Stato).

La finanza derivata, con la produzione di derivati finanziari, è da ritenersi un fenomeno di impatto epocale e che occorre urgentemente contestualizzare nell'attuale crisi mondiale che è iniziata come crisi finanziarie e sta procedendo come grave crisi economica.

Quanti e quali sono i contratti di finanza derivata che sono stati stipulati dagli Enti Locali italiani con le controparti bancarie sia italiane che estere?
Quali implicazioni di rischio e di possibili effetti economici e finanziari possono avere?

Tali domande rimangono inevase con grave rischio per la collettività se non si ha la possibilità di una valutazione specifica ed anche complessiva del portafoglio globale di tali contratti.
Non pare opportuno nè saggio che gli amministratori pubblici non si sforzino o non siano sollecitati a dare utile trasparenza ai cittadini su risposte in merito al valore corrente e dunque su risposte di valutazione quantitativa ed analisi sul rischio potenziale della fluttuazione dei tassi di interesse, associato a questi contratti, fluttuazioni che ondeggiano anche in relazionne ai rialzi o ribassi dei mercati.

Per tale ragione AssoTAG e Federconsumatori promuovono il PROGETTO TRASPARENZA SUI DERIVATI FINANZIARI SOTTOSCRITTI DAGLI ENTI TERRITORIALI.

Preme precisare che tale progetto ha l'obiettivo di valutare ed analizzare lo stato corrente dei derivati sottoscritti a livello di Singolo Ente, Regione e Stato.
Il progetto non ha l'ambizione di ricostruire e valutare tutti i contratti derivati stipulati da ogni singolo Ente, non intende stimare i cd. "costi impliciti" sostenuti dagli Enti Locali nella sottoscrizione dei contratti e non intende esprimere alcuna valutazione qualitativa sulla opportunità o meno di sottoscrivere i contratti esaminati da parte degli Enti Locali.
Qualsiasi obiettivo finalizzato a sollevare ragioni per possibili contenziosi tra Enti Locali e Banche è estraneo agli scopi di questo progetto. Obiettivo fondamentale è quello di fornire una fotografia credibile, verificabile ed immediatamente aggiornabile del valore dei contratti stipulati dagli Enti Locali italiani e del rischio loro connesso e di mettere i dati elaborati a disposizione della collettività e delle autorità interessate.

La partecipazione al progetto TRASPARENZA è volontaria ed a titolo gratuito. E' un atto di solidarità e responsabilità civile.

Il progetto Trasparenza si sostanzia in tre passi:

passo 1
Adesione al progetto TRASPARENZA ed indicazione dell'ente territoriale su cui valutare la posizone corrente in derivati. Se l'ente non aderisce spontaneamente fornendo i dati e dunque copia conforme dei contratti in derivati,
- viene attivata la procedura di "accesso agli atti", sottoscrivendo una opportuna istanza preparata dall'ufficio legale di Federconsumatori;
- vengono inviate le credenziali di accesso al forum AssoTAG generale sul progetto trasparenza sui derivati finanziari degli enti territoriali.
- vengono inviate le credenziali di accesso ad un "folder" online (folder online del tipo "dropbox") personale dove risiedano files e documenti.

Per partecipare al team tecnico-scientifico inviare Curriculum Vitae a: info@assotag.org
Buona occasione questa, ad esempio per analisti finanziari, docenti e studenti universitari di partecipare ad un consesso tecnico-scientifico esperto della materia.

passo 2
Ottenuta copia di delibere e contratti si procede:
- o all'invio della sola documentazione (files .pdf) all'indirizzo email: info@assotag.org o direttamente registrando i files nel folder online personale dedicato
- o all'inserimento diretto dei dati nel sistema informatico di valutazione; in questo caso vengono inviate le credenziali di accesso al sistema di valutazione

Riferimenti ed informazioni tecniche sulla piattaforma informatica:
- utilizzo della piattaforma informatica di calcolo http://www.fairmat.com/webinars/ ,
- assistenza alla piattaforma informatica di calcolo http://www.fairmat.com/forums/regional-italian/

passo 3
Calcolo del fair value e pubblicazioni ed analisi a cura e/o sotto la supervisione del team tecnico-scientifico AssoTAG;
pubblicazione dei risutati e delle analisi di portafoglio per contratto, per insieme di contratti, per sistema regionale e per sistema nazionale.

Per aderire al Progetto TRASPARENZA, inserisci qui di seguito:

    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question
    This is a required question