Request edit access
Modulo laboratori
Date dell’evento: Periodo primaverile (marzo-maggio), periodo estivo (giugno-luglio), periodo autunnale (settembre-dicembre).
Indirizzo dell’evento: Baracche Verdi Isolotto, Via degli Aceri n°1 ( dietro la chiesa e la piazza dell'Isolotto)
Scadenza richiesta di partecipazione: 28 febbraio per i laboratori primaverili; 30 aprile per i laboratori estivi; 15 settembre per i laboratori autunnali
Contattaci alla mail: scuoladipaceisolotto@gmail.com o irenelabate64@gmail.com
Registrazione ai Laboratori della Piccola Scuola di Pace Isolotto
Nome
Your answer
Email
Your answer
Telefono
Your answer
Laboratori periodo primaverile, scegli quelli che ti interessano.
1)Breve introduzione alla nonviolenza
Cos'è la nonviolenza?
Quando e come possiamo metterla in atto?
Dal livello interiore alle relazioni con gli altri ai conflitti socio-politici locali nazionali e internazionali. con particolare riferimento a due parole chiave care ad Alberto L'Abate: assertività e metodo del consenso.

data: Sabato 9 Marzo
orario 18-20

Conduttori: Irene L 'Abate,Matteo Bortolon e Francesca Pinzani

Contributo: No

2) Laboratorio maieutico sull'economia locale e la moneta
Analizzeremo il rapporto tra economia e moneta. Per farlo ci chiederemo cosa è la moneta e quali monete locali sono possibili prendendo in considerazione alcune esperienze in atto in altre comunità. In particolare se è possibile una moneta non capitalista.

data: Domenica 31 marzo
Orario 15-18

Conduttori: Francesco Cappello

Contributo: solo se potete quello che potete, anche solo le spese di viaggio o nulla

3) Consiglio di cooperazione
Il Consiglio di Cooperazione è uno strumento che si rivolge soprattutto ad insegnanti e si inserisce in un ambito di comunicazione ecologica. E‘ un invito al rispetto di ciascun essere umano, il riconoscimento del proprio e altrui potere, allenta il carico dell’insegnante in quanto quello che succede in classe viene deciso tutti insieme. Il rapporto di potere è a tre: il singolo, la classe e l’insegnante. Ognuno impara l’assunzione di responsabilità, la capacità di comunicare in maniera costruttiva, a comprendere il punto di vista degli altri, e a pianificare la vita di classe,. Ogni bambino/a e/o ragazzo/a aumenta la sua autostima e trova un ambito entro il quale gestire i suoi disagi.

data: Domenica 5 Maggio
Orario 15-18

Conduttori: Caterina Giustolisi e Francesca Pinzani

Contributo: No

4) Ecologia del se' ecologia del pianeta
Il laboratorio di formazione Ecologia del Sé Ecologia del Pianeta, a partire dal tema della crisi ecologica/sociale, pone l'attenzione sulle difficoltà individuali e collettive che emergono a causa dell'azione prodotta da una forzatura culturale che propugnando fratture e ostilità, alimenta pulsioni negative, sofferenza, aggressività diffusa verso gli ecosistemi e le persone.
Partendo dal concetto di interdipendenza, nell'incontro si evidenziano alcune nozioni e si effettuano esercizi utili a visualizzare, comprendere e modificare positivamente le tensioni e le criticità, utilizzando pratiche che hanno come obiettivo il coinvolgimento e lo sviluppo dell'empatia, la chiarezza mentale, l'incremento di fiducia in sé stessi e nel gruppo.
Obiettivo della formazione è quello di fare luce su queste potenzialità e stimolare l'attivazione un percorso di consapevolezza e cambiamento.

data: Domenica 14 Aprile
Orario 13-19

Conduttori: Max Strata

Contributo: 10 euro a partecipante

5) Comunicazione ecologica e la comunicazione nonviolenta
Descrizione: In questo seminario proveremo insieme a sperimentare le tecniche della C. E. e C. N. per imparare ad usare nel miglior modo possibile il linguaggio verbale, non verbale e l'ascolto attivo. Il bene comune non si raggiunge se non si pensa anche al bene di ogni individuo: come in un ecosistema, le nostre piccole o grandi comunità possono impegnarsi a fare in modo che ognuno possa coltivare le proprie capacità e raggiungere uno scopo collettivo in modo sereno e democratico.

data: Sabato 25 maggio
orario probabile 15-19

Conduttori: Elena Riccio

Contributo: No

6) Gruppo di studio sulla pedagogia nonviolenta
Il gruppo di studio di Pedagogia della nonviolenza è un gruppo aperto e permanente di lavoro
sugli strumenti teorici e pratici per costruire una pedagogia basata sulla nonviolenza, l'attenzione
all'Essere Umano e la costruzione di una nuova società.
Il gruppo è autogestito e si avvale anche di interventi esterni utili a chiarire aspetti specifici.
Il gruppo di studio si doterà di un suo programma di lavoro in cui saranno stabiliti anche gli
argomenti da affrontare.

Conduttori : Olivier Turquet

Gruppo di studio permanente con cadenza quindicinale; una volta formato il gruppo sarà possibile concordare la modalità.

Laboratori periodo estivo e autunnale, scegli quelli che ti interessano.
7) Viaggio sul pianeta conflitto
Quello che propongo è un percorso lieve in tre tappe in un giorno e mezzo (viaggio veloce tra ascolto emozioni e gestione del conflitto per le basi o una prima riflessione sul tema). Lo stesso percorso è anche realizzabile in versione strong (viaggio calmo in tre giornate piene sempre sui tre temi cardine comunicazione e ascolto/ alfabetizzazione emozionale / dinamiche conflittuali riconoscerle e gestirle) ma va valutato con attenzione perché rischia di non avere iscritti.
Questa la descrizione:Attraverso la metafora di un viaggio di avvicinamento al Pianeta Conflitto prenderemo consapevolezza delle risorse che è utile attivare per una gestione positiva dei conflitti e per una loro trasformazione creativa e nonviolenta. Si sonderanno preliminarmente le dimensioni dell’ascolto attivo e dell’autoconsapevolezza emozionale per poi andare ad affrontare l'area del conflitto. Come ascolto, cosa vuol dire ascoltare/ osservare, qual è il linguaggio delle emozioni, come cambiano le mie percezioni quando assumo un atteggiamento esplorativo sono alcune delle domande che guideranno il laboratorio per giungere all'osservazione delle dinamiche conflittuali, imprescindibile per una loro trasformazione positiva e nonviolenta.Durata: un giorno e mezzo (dal sabato mattina alla domenica a pranzo)Mia mail: monicabaldini3@gmail.com

data: Un giorno e mezzo (dal sabato mattina alla domenica a pranzo), la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Monica Baldini

Contributo: No

8) Breve illustrazione del metodo dell'equivalenza
Il metodo dell'"Equivalenza - Difendersi senza aggredire: la potenza della nonviolenza" viene proposto dall'antropologa belga Pat Pathfort l'incontro ha lo scopo di "assaggiare" il metodo.
Per il gruppo di studio sulla pedagogia della nonviolenza suppongo sia arrivato l'abstract (confermate) e per la cadenza io direi che è un gruppo di studio permanente con cadenza quindicinale; una volta formato il gruppo sarà possibile anche rivedere questa modalità.

data: Una giornata (sabato o domenica), la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Olivier Turquet, Irene L 'Abate e Dino Mancarella

Contributo: No

9) Teatro dell'oppresso
ll Teatro dell’Oppresso (TdO), nasce in Brasile negli anni ’60 ad opera di Augusto Boal, direttore del teatro Arena di San Paolo. Si basa su numerose tecniche teatrali che non riferiscono con il teatro tradizionale. Lo scopo non è spettacolare, ma provocatorio, educativo e autorivelatore di consapevolezza. Pedagogicamente si ispira a Paulo Freire. Usato come strumento maieutico e non catarsi, questo teatro fa scaturire i problemi sociali e collettivi. Un metodo attraverso il quale esplorare se stessi e le relazioni sociali con il corpo e la mente uniti.

data: una giornata (sabato) 10-17 con pranzo autogestito (settembre), la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Caterina Giustolisi

Contributo: No


10) Praticare la nonviolenza verso sé stesse/i
L'incontro, tutto esperienziale, permetterà di accrescere la capacità di interagire in maniera nonviolenta con i molteplici aspetti di sé (spesso in conflitto tra loro), e di facilitare il processo decisionale e la trasformazione costruttiva dei conflitti al proprio interno. Attingendo alle conoscenze maturale nell'ambito del Focusing in circa cinquant'anni di ricerche cliniche, verranno sperimentate alcune collaudate tecniche che, con una calzante analogia, favoriscono la transizione da forme di 'governo interiore' (il modo in cui gestiamo il potere su noi stesse/i, o verso noi stesse/i) più o meno autoritarie o pseudodemocratiche verso forme democratiche o omnicratiche, partecipative e consensuali. ROBERTO TECCHIO: Formatore professionista esperienziale, Focusing trainer e coordinator certificato da The International Focusing Insitute, New York (per info sul Focusing e su Roberto vedi www.focusinginsideout.it

data: Una giornata (sabato o due mezze: sabato pomeriggio e domenica mattina), la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Roberto Tecchio

Contributo: 10-20 euro a seconda dei partecipanti

11) Incontro di Riconciliazione
L'acuirsi dei conflitti e del risentimento sociale e personale richiedono una risposta urgente e di una grande forza morale. La riconciliazione, nei suoi aspetti personali e sociali, non appartiene alle religioni o a una particolare parte sociale ma è patrimonio dell'Umanità. L'incontro di riconciliazione vuole essere un momento laico di riflessione e meditazione e un'esperienza pratica. Un momento di Pace, Forza e Gioia in questo caotico e turbolento mondo attuale. Durata 2 ore.

data: Durata 2 ore, la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Olivier Turquet

Contributo: No

12) Sperimentazione della maieutica reciproca di Danilo Dolci: dal trasmettere al comunicare
Comunicare legge della vita. Ci interrogheremo in modalità maieutica sulla differenza tra trasmettere e comunicare e su quali siano le conseguenze della confusione mentale provocate dalla riduzione a "sinonimi" nei diversi contesti delle due modalità relazionali.

data: Un pomeriggio (2-3 ore), la data precisa verrà definita e comunicata successivamente

Conduttori: Francesco Cappello

Contributo: solo se potete quello che potete, anche solo le spese di viaggio o nulla

Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. Report Abuse - Terms of Service