Request edit access
Progetto Storie di Uomini
*ATTENZIONE: il reclutamento di partecipanti è concluso. Qualora desideriate mettervi ugualmente in contatto con la ricercatrice per eventuali studi successivi o per chiedere informazioni, siete pregati di utilizzare il contatto mail in fondo alla pagina
Uno studio sulla violenza domestica in Italia
Il primo passo per contrastare la violenza nella coppia è assicurarsi che essa sia rappresentata senza genere: che non sia né prerogativa maschile né femminile. Solo così facendo si potrà superare un grande ostacolo alla comprensione della stessa.

Il fenomeno della violenza all'interno della coppia è infatti figlio di una cultura che promuove la prevaricazione e il controllo come uniche modalità per relazionarsi e la violenza nella sua totalità, non solo quella presentata dai media, non può più essere ignorata.

L'attenzione mediatica e unilaterale sugli uomini come istintivamente violenti e le donne come naturalmente deboli ha esacerbato questa condizione che elegge a convenzione il fatto che l'uomo possa essere sempre solo violento e la donna sempre vittima.

La violenza della donna sull'uomo è invece una storia altrettanto vera, altrettanto degna di essere raccontata.
Ben consapevoli che il fenomeno della violenza sulla donna è un problema sociale rilevante, e volendo quindi dedicarci allo studio della violenza in tutte le sue sfaccettature, abbiamo deciso di dedicare la nostra attenzione a questo universo sommerso.

Il progetto che in queste righe si vuole presentare, promosso dal dipartimento di Psicologia Generale dell'Università di Padova (responsabile: Dott.ssa Sabrina Cipolletta), ha come obiettivo quello di portare alla luce le esperienze, i fatti, le sofferenze e le narrazioni di chi ha vissuto sulla propria pelle la seconda violenza di non poter raccontare il proprio dolore.
Per questo motivo cerchiamo uomini che abbiano desiderio di raccontare le loro esperienze in una relazione violenta con la propria partner per far conoscere questo sottouniverso fatto di sofferenze che in Italia non trovano spazio per essere condivise.

Chi vorrà contribuire a questa ricerca, oltre a veder tutelato il proprio anonimato, troverà ad ascoltare una persona senza pregiudizi e disponibile all'ascolto perché non in cerca di risposte ma di storie.

Modalità
L'intervista è condotta individualmente e in presenza unicamente della co-ricercatrice che porta avanti il progetto. Può essere fatta anche a distanza (via Skype) e si può decidere di interrompere in qualsiasi momento lo si desideri. I racconti emersi dall'incontro saranno registrati, previa accettazione e firma del consenso informato, e saranno per legge utilizzabili soltanto dalla ricercatrice. Le registrazioni saranno cancellate passati 5 anni dalla conclusione dello studio ed il lavoro completo riporterà solamente i risultati finali associati ad un nome di fantasia per tutelare la privacy. Il tutto verrà eseguito coerentemente con il Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196).

Se sei interessato o conosci qualcuno disponibile a parlare della sua storia scrivi a progettostorieuomini@gmail.com o contattaci compilando il form.

Nr. Telefono
(facoltativo)
Your answer
email *
Your answer
Messaggio *
Scrivici per avere più informazioni o per partecipare
Your answer
Submit
Never submit passwords through Google Forms.
This content is neither created nor endorsed by Google. Report Abuse - Terms of Service