logo-italia-per-web.gif

TIBET

SCHEDA TECNICA E INFORMAZIONI PAESE

I PREZZI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Adeguamento valutario

Pacchetti con voli internazionali e domestici

Quota ai progetti sociali

PAGAMENTI E RECESSI

INTERRUZIONE DEL TREKKING/SPEDIZIONE/TOUR

CANCELLAZIONE/RITARDI VOLI NEPAL-TIBET

DOCUMENTI DI VIAGGIO

DIRITTI E DOVERI DEL VIAGGIATORE

PASSAPORTO, VISTO D’INGRESSO E FORMALITÀ DOGANALI

ASSICURAZIONI

INFORMAZIONI PRATICHE DI VIAGGIO

GRUPPO WAPP E CONSENSO PER CONDIVISIONE

PARCHEGGIO IN AEROPORTO

VOLI INTERNAZIONALI

MONETA E CAMBIO

CONSIGLI PER IL CAMBIO

LE SPESE EXTRA INDICATIVE DURANTE IL SOGGIORNO IN NEPAL

PERNOTTAMENTI E RELATIVI SERVIZI

MATERIALI IN PRESTITO

TRASPORTI

TRASPORTI SU STRADE DI MONTAGNA

TRASPORTI AEREI

ABBIGLIAMENTO

BAGAGLI DURANTE IL VIAGGIO

INFORMAZIONI GENERALI DEL PAESE

TELEFONO E INTERNET

TELEFONO SATELLITARE IN DOTAZIONE PER LE SPEDIZIONI

WIFI

COMUNICAZIONI CON I FAMIGLIARI

CIBO

ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI

MALATTIE E VACCINAZIONI

INFORMAZIONI GENERALI

MAL DI MONTAGNA

DURANTE IL VIAGGIO

SICUREZZE

MANCE E DONAZIONI

AMBASCIATE E CONSOLATI

TURISMO RESPONSABILE

I PREZZI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Adeguamento valutario

La quotazione è calcolata col valore del rapporto di cambio 100USD=€ 83 in vigore nel mese di Marzo 2018. In caso di oscillazioni del cambio di +/-3% a
20 giorni dalla data di partenza sarà effettuato un adeguamento valutario.

Pacchetti con voli internazionali e domestici

Quota ai progetti sociali

Viaggiaconcarlo si impegna a versare € 5,00 per ogni viaggiatore ai progetti sociali partner.

Informazioni sulle iniziative:

https://www.viaggiaconcarlo.com/chi-siamo/progetti-sociali-turismo-etico

PAGAMENTI E RECESSI

Possono essere previste penali differenti di cancellazione e verranno comunicate in fase precontrattuale. Valgono le premesse esposte nel paragrafo precedente.

INTERRUZIONE DEL TREKKING/SPEDIZIONE/TOUR

I costi per gestire l’organizzazione del trekking (pernottamenti/vitto/guide/portatori/trasporti/permessi) vengono interamente anticipati dall’agenzia. Questo implica che nel caso in cui il viaggiatore, per cause non imputabili alla ViaggiaconCarlo e/o suoi ausiliari, quindi – a titolo esemplificativo - per eventi di forza maggiore per  caso fortuito per ragioni di salute o per avverse situazioni meteo, dovesse interrompere il trekking e rientrare anticipatamente a Kathmandu dovrà ugualmente sopportarne il costo intero come se vi avesse partecipato.

CANCELLAZIONE/RITARDI VOLI NEPAL-TIBET

I costi derivanti da cancellazioni e ritardi dei voli dal Nepal al Tibet o viceversa, che determinino un cambio programma significativo o la perdita del volo internazionale, sono a carico del viaggiatore.

Nel caso alcuni servizi vengano anticipati/posticipati rispetto al programma iniziale, non possiamo garantire in Nepal la presenza delle guide parlanti italiano, in particolare in alta stagione (marzo-aprile-agosto-settembre-ottobre-novembre).

DOCUMENTI DI VIAGGIO

DIRITTI E DOVERI DEL VIAGGIATORE

Tutte le informazioni relative sugli diritti e doveri del viaggiatore sono stabilite dalle: condizioni generali di contratto.

Il contratto di viaggio si considera accettato e firmato al momento della compilazione della scheda escursionista: https://www.viaggiaconcarlo.com/scheda-escursionista-viaggiaconcarlo

I dati anagrafici devono essere riportati come da documenti validi per l’espatrio, omissioni o eventuali errori sono da considerarsi responsabilità del viaggiatore.

PASSAPORTO, VISTO D’INGRESSO E FORMALITÀ DOGANALI

Passaporto: E’ necessario essere in possesso del passaporto, con validità residua di almeno sei mesi e comunque superiore al periodo di permanenza nel Paese.


Visto d’ingresso: L’emissione dei visti per il Tibet consiste in due fasi: 1. approvazione del permesso (TTB permit) da parte dell’autorità Tibetana (a cui provvede Viaggiaconcarlo al momento della prenotazione)  e 2. la formalizzazione mediante il rilascio del visto richiesto al Consolato della Repubblica Popolare Cinese: al momento dell’arrivo in Nepal richiediamo i passaporti dei viaggiatori che saranno depositati presso gli uffici consolari per 48 ore e poi ritirati e riconsegnati prima del volo per Lhasa. Anche per questa seconda fase si occupa Viaggiaconcarlo delle formalità e sono inclusi in programma tutti i costi associati alla pratica. Segnaliamo però che il Consolato Cinese può chiudere senza preavviso: in questo caso Viaggiaconcarlo provvederà a modificare a proprio insindacabile giudizio il programma di viaggio, tenendo conto della volontà espressa dal cliente.

RESTRIZIONI PER I PERMESSI TIBET-VISTI CINESI: in caso si fosse in possesso di un visto cinese di lavoro o sia presente sul passaporto un visto per Turchia, Siria o Afghanistan, richiediamo di comunicarlo prima della prenotazione in modo da effettuare le dovute verifiche.

E’ necessario portare con voi una fototessera necessaria al rilascio dei permessi.

Formalità doganali e valutarie:  

Il Governo cinese esercita un rigoroso controllo sulla esportazione di oggetti ed opere d’arte di significativo valore culturale. Nel caso si acquistino oggetti d’arte è necessario assicurarsi che sia stata concessa l’autorizzazione all’esportazione da parte del Cultural Relics Appraisal Institute (36 Fuxue Hutong, Dongcheng District, Beijing tel.64014608), che rilascia un certificato per l’esportazione e imprime un timbro ufficiale sull’oggetto. I contravventori stranieri possono essere puniti anche con misure restrittive della libertà.

È altresì vietata l’esportazione di animali rari, piante rare ed i loro semi; metalli preziosi e diamanti.

ASSICURAZIONI

Il viaggiatore può decidere di stipulare l’assicurazione:

* mediante Viaggiaconcarlo (assicurazioni Allianz)

* autonomamente con altri mezzi/compagnie assicurative

Nel caso in cui l’assicurazione sia compresa nella quotazione del pacchetto viaggio, sarà stipulata di gruppo con altri compagni di viaggio ed i dati (NOME E COGNOME) del viaggiatore saranno condivisi con gli partecipanti.

Date le caratteristiche dei viaggi operati da Viaggiaconcarlo si richiedono assicurazioni che coprano i recuperi in elicottero. Si prega di verificare con attenzione quindi le condizioni delle assicurazioni, in particolare i massimali per i trasporti in emergenza ed eventuali limiti di altitudini.

 

Qualunque sia la modalità con la quale si decida di stipulare la copertura di viaggio, in caso di sinistro Viaggiaconcarlo potrà aiutare il viaggiatore ad aprire la pratica, ma sarà il viaggiatore stesso responsabile delle comunicazioni con la compagnia assicurativa.

Come verrà richiesto in seguito,  il viaggiatore è obbligato a comunicare a Viaggiaconcarlo:

*COMPAGNIA ASSICURATIVA

*NUMERO DI POLIZZA

*NUMERI DI CONTATTO DELLA COMPAGNIA IN CASO DI EMERGENZA

In casi di eccezionale emergenza in cui il viaggiatore è in pericolo di vita,  Viaggiaconcarlo potrà anticipare (con consenso del viaggiatore, se non possibile di un compagno di viaggio partito con lo stesso dall'Italia, se non possibile di un familiare indicato nei numeri di emergenza) le spese di recupero o mediche, MA l'interessato sarà obbligato a rimborsare l'agenzia entro 2 settimane dal rientro e si prenderà l'intera responsabilità di gestire il rimborso con l'assicurazione. Viaggiaconcarlo si renderà in ogni caso disponibile a fornire tutti i documenti di viaggio utili ai fini del rimborso.

Assicurazione sanitaria: si consiglia di stipularne una che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese. In caso di rimpatrio immediato, l’unica vera difficoltà è data dalla disponibilità di posti aerei soprattutto nei periodi estivi e natalizi quando i voli da e per l’Europa sono sovraffollati.

L’assicurazione sanitaria è sempre consigliata. I viaggiatori che decideranno di non stipularla sono consapevoli dei rischi e dei costi in cui potrebbero intercorrere. Per alcuni dei nostri viaggi è da ritenersi obbligatoria e Viaggiaconcarlo si riserva di non accettare assicurazioni che non abbiamo i requisiti richiesti.

INFORMAZIONI PRATICHE DI VIAGGIO

GRUPPO WAPP E CONSENSO PER CONDIVISIONE

Sulla scheda escursionista valida come contratto di viaggio viene richiesto il consenso per condividere il vostro numero di telefono con gli altri partecipanti al viaggio per creare il gruppo prima della partenza, con il fine di:

Viaggiaconcarlo non è in alcun modo responsabile dell'utilizzo improprio da parte di altre persone di informazioni/fotografie inviate dai viaggiatori all'interno del gruppo.

PARCHEGGIO IN AEROPORTO

Qui di seguito vi riportiamo il link dove potrete prenotare il parcheggio in aeroporto con gli sconti riservati ai nostri clienti. http://www.parcheggilowcost.it/Prenotazioni/ViaggiaConCarlo

VOLI INTERNAZIONALI

1.  Per i pacchetti viaggio con i voli inclusi nel programma per partenze programmate di gruppo:

2.  Per i pacchetti viaggio per partenze da calendario senza volo incluso o per partenze individuali:

3.  Se i voli vengono acquistati autonomamente:

Nei casi 1 e 2 è necessario comunicare al momento della prenotazione o dell'emissione dei titoli di viaggio la necessità di eventuali pasti speciali, in ogni caso almeno 2 settimane prima della partenza.

Consigliamo di effettuare il check in online, potete richiedere assistenza al servizio booking Viaggiaconcarlo.

Vi ricordiamo di controllare i kg concessi per il bagaglio in stiva/ a mano e per eventuali attrezzature sportive su tutte le tratte prenotate e di consultare con attenzione le informazioni relative agli articoli vietati.

Ricordiamo che è sufficiente portare al check in il passaporto e il biglietto su dispositivo elettronico. Se avete effettuato il check in online esiste un desk preferenziale per il drop off dei bagagli. Consigliamo di essere in aeroporto 3 ore prima del volo internazionale. Per i viaggi con accompagnatore dall’Italia sarà comunicato un orario di ritrovo sul gruppo wapp creato prima della partenza.

LINK ALLE COMPAGNIE PRINCIPALMENTE UTILIZZATE DA CONSULTARE PER TUTTE LE INFORMAZIONI DI CUI SOPRA:

PERDITA O DANNI AI BAGAGLI

In caso di perdita di dei bagagli personali dovrete contattare in primis gli addetti LOST AND FOUND dell’aeroporto, prima di uscire dall’area degli arrivi, e compilare i documenti che vi saranno dati. All’uscita è necessario comunicarlo immediatamente alla guida che vi attenderà. Il giorno successivo sarà probabilmente necessario ritornare in aeroporto per riconoscere il bagaglio (è una procedura richiesta dalle autorità che cerchiamo di evitare, ma non dipende nè da Viaggiaconcarlo, né dallo staff nepalese che vi assiste).

Allo stesso modo, in caso di danno, è necessario contattare il personale dell’aeroporto e, in secondo momento, scrivere personalmente alla compagnia entro 24 ore dal volo internazionale, apportando la documentazione richiesta. Possiamo assistere il viaggiatore in questa procedura, ma il titolare del biglietto elettronico è la persona che deve interessarsi dei propri beni.

MONETA E CAMBIO

Renminbi Cinese o Yuan (Cambio alla data, €1=8,005 CNY ossia Chinese Yuan). Il cambio valuta si ottiene nelle banche (preferibilmente Bank of China) e nei migliori alberghi. Vengono accettate le carte di credito internazionali, ma non POS o Bancomat. Questi solo nei grandi alberghi e nelle banche (Lhasa, Tsedang, Shigatse, Gyantse). A seconda della data della vostra partenza, consigliamo di consultare questo sito web: https://www.oanda.com/lang/it/currency/converter/ per un’aggiornata conversione della valuta.  

Per i souvenir potete richiedere direttamente alla guida a seconda di esigenze specifiche.

PERNOTTAMENTI E RELATIVI SERVIZI

Sui programmi di viaggio vengono gli hotel che verranno inclusi in programma: si intendono le strutture di che Viaggiaconcarlo intende utilizzare, ma che vengono confermate solo al momento dell’effettiva prenotazione.

La quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 70% del supplemento singola (a seconda del programma e viene indicato nelle note QUOTE E SERVIZI IN OGNI PROGRAMMA), da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.

Le sistemazioni in Tibet possono essere molto spartane. Segnaliamo inoltre che anche nei migliori hotel, identificati con uno standard equiparabile a un 3 stelle nostrano, potrebbero presentarsi problemi legati alla somministrazione di acqua calda o problematiche relative alla pulizia delle stanze. Si richiede quindi spirito di adattamento ed è consigliato l’utilizzo di sacchi a pelo o sacchi lenzuolo leggere paragrafo MATERIALI IN PRESTITO.

CHECK- IN & CHECK-OUT IN HOTEL:
Check-in in anticipo o check-out in ritardo sono soggetti a disponibilità e con supplemento. Da richiedere almeno al momento della prenotazione.

MATERIALI IN PRESTITO

Il viaggiatore che richiede materiali in prestito si impegna a verificare la funzionalità degli stessi al momento del ritiro. Il viaggiatore si impegna all’utilizzo dell’equipaggiamento tecnico e degli accessori presi in prestito in modo da evitare danni. Viaggiaconcarlo richiederà al viaggiatore il pagamento dei materiali in caso di danni, causati o subiti, o mancata riconsegna.

TRASPORTI

Muoversi in Tibet può essere difficile: gli autobus si fermano spesso e non sono molto numerosi e affittare una jeep può essere caro. I camion sono costosi tanto quanto gli autobus, ma il governo cinese dissuade gli stranieri dal fare l'autostop. La 'sicurezza stradale' è poco più di uno slogan. È possibile spostarsi in bicicletta, ma vi sono dei rischi: in Tibet ai ciclisti può capitare di morire per incidenti stradali, ipotermia ed edema polmonare.

Gli spostamenti nei nostri itinerari sono quasi sempre con mezzi privati. I tempi di percorrenza da una meta alla successiva sono indicativi e dipendono dalle condizioni della rete stradale, dei controlli e di altri fattori che potrebbero incidere sui tempi di spostamento. I mezzi di trasporto offerti durante il viaggio sono di ottima qualità, ma trattandosi di un viaggio overland si richiede spirito di adattamento e buona forma fisica. In caso le visite non potessero essere effettuate il giorno previsto dall’itinerario, saranno riprogrammate o cancellate a seconda del tempo a disposizione.

.

TRASPORTI SU STRADE DI MONTAGNA

Alcuni itinerari prevedono percorsi su strade di montagna di alta quota, sterrate e dissestate e, con piogge abbondanti, il fondo stradale sarà fangoso ed è possibile che sia necessario effettuare parte dei percorsi a piedi per motivi di sicurezza. Inoltre si potrebbero verificare frane o cadute di massi, che potrebbero provocare incidenti che coinvolgano i viaggiatori, e/o danni o infortuni, anche gravi, al viaggiatore.

TRASPORTI AEREI

I voli tra il Nepal e il Tibet possono subire ritardi e cancellazioni in caso le condizioni meteo non siano ottimali, in tutti i periodi dell’anno. In tal caso, a seconda dell'itinerario, delle condizioni meteo, del numero di partecipanti, e delle specifiche condizioni logistiche previste dal programma di viaggio, si deciderà se

a) attendere il volo per un ulteriore giorno;

b) effettuare il percorso via terra;

c) cambiare itinerario se non ci sono i tempi e le condizioni per portare a termine l'itinerario come previsto.

Nella suddetta possibilità, la compagnia non si farà carico di eventuali spese addizionali.

Nel caso c) si prega di tenere in considerazione quanto espresso per i percorsi via terra.

ABBIGLIAMENTO

Durante il periodo estivo da giugno a agosto, in Tibet la pioggia impone di portarsi un vestiario adeguato. Quindi un poncho, una giacca a vento, ma anche indumenti caldi per i passi.

Durante questo periodo, le temperature raggiungono facilmente i 25°C, ma di notte - a seconda dell’altitudine - possono scendere anche a sotto lo zero. Questo implica che in ogni periodo è meglio portarsi un vestiario sia invernale che primaverile. Molto utili sono anche i guanti di pile, che permettono l'uso di macchine fotografiche e video anche in condizioni avverse. Molto utili soprattutto in primavera (aprile-giugno) e autunno (ottobre-novembre) sono sciarpe o scialli per proteggersi dalla polvere. Se sono previsti pernottamenti in guest house consigliamo di portarsi dall’Italia il sacco a pelo oppure è possibile noleggiarlo tramite il nostro corrispondente in Nepal o in uno dei tanti negozi di trekking a Thamel (Kathmandu), prima di partire per Lhasa.

A seconda del viaggio che farete vi potremo consigliare più nello specifico capi di abbigliamento adatti alle vostre esigenze.

Le liste pratiche per l’abbigliamento e l’equipaggiamento consigliati possono essere consultati sulla nostra web all’indirizzo: https://viaggiaconcarlo.com/equipaggiamento e in caso si consigli specifici la persona di riferimento per informazioni dettagliate è Carlo al +39 349 297 0535.

BAGAGLI DURANTE IL VIAGGIO

Potrete viaggiare con le vostre valigie, anche rigide, anche se noi consigliamo valigie morbide/borsoni considerati gli spostamenti e le strade: sono più comode da caricare in macchina ed è più facile che non si rompano. In caso fossero previsti spostamenti in bus turistici o locali in autonomia, per vostra comodità è meglio avere uno zaino.

INFORMAZIONI GENERALI DEL PAESE

CAPITALE: Lhasa, Capoluogo della Regione Autonoma del Tibet, Repubblica Popolare Cinese
POPOLAZIONE: si stimano circa 3.180.000 abitanti.
 Ci sono inoltre molte altre persone di origine tibetana che vivono in altri paesi come l’India, il Nepal e il Bhutan.

COORDINATE: 29°39’N, 91°06’E, Lhasa

SUPERFICIE: 1.228.400 km2
FUSO ORARIO:
+7h rispetto all’Italia; +6 quando in Italia è in vigore l’ora legale. L’ora legale non è applicata.

CLIMA: Il clima è assai rigido e ventoso e possono manifestarsi temperature notturne anche inferiori ai -30°. I monsoni provenienti dall'India e dal Nepal, notevolmente ridotti dalla catena himalayana, portano alcune leggere precipitazioni in particolare nella parte sud-occidentale tra metà giugno e metà settembre. Il clima è molto secco per tutto il resto dell'anno. Le temperature più basse sono tra i mesi di dicembre e febbraio. D'inverno le precipitazioni nevose sono scarse nella valle e abbondanti nella catena himalayana. I passi del sud rimangono spesso chiusi per la neve durante l'inverno. A Lhasa (a 3.595 m. sul livello del mare) le temperature massime vanno da qualche grado sopra lo zero d'inverno ai 25° d'estate, mentre le minime vanno dai -15° ai +10°.

Per informazioni più precise sui climi consigliamo: https://www.climieviaggi.it/clima/cina/tibet

Temperature Lhasa:

Temperature medie/ Mesi

Gennaio

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre

Ottobre

Novembre

Dicembre

annuali

Temperature medie massime (c°)

2

4

6

7

10

12

10

13

12

10

6

4

8,00

Temperature medie minime (c°)

-7

-4

-1

2

5

8

10

9

7

2

-2

-6

1,92

QUANDO ANDARE IN TIBET: In qualsiasi periodo dell'anno, in particolare nel Tibet occidentale, è bene essere preparati a improvvisi cali della temperatura durante la notte. In generale, però, il clima non è così rigido come si è soliti immaginare. Il periodo migliore per visitare il Tibet è quello compreso tra maggio e l'inizio di novembre; dopo, la temperatura comincia a diminuire drasticamente. Tuttavia, a maggio e a giugno c'è da tenere in considerazione il fattore vento; anche le tempeste di polvere non sono rare in questi mesi. Non è certo piacevole essere sorpresi da queste tempeste durante un'escursione a piedi o mentre si fa trekking, ma in genere sono annunciate da una bufera e si vede quando stanno arrivando. Lhasa e Shigatse in genere godono di un clima mite da maggio a novembre, ma i mesi di giugno e luglio possono essere piovosi: di solito, in questi due mesi si concentra circa la metà della piovosità annua del Tibet. Agosto rimane probabilmente il mese migliore per visitare il paese.

Per quanto riguarda l’itinerario con il Kora intorno al Kailash, è possibile andare dall’ultima settimana di aprile: prima il clima è troppo freddo e il passo Dolma La potrebbe essere chiuso (e quindi impossibile fare il kora). Il periodo migliore per questo itinerario è quindi da maggio a settembre.

TIBET 2019:

Le frontiere saranno chiuse dalla prima settimana di febbraio fino alla fine di marzo.

LINGUA: La lingua ufficiale del Tibet è il cinese. La lingua tibetana appare collegata con il birmano e con un certo numero di parlate di diversi popoli himalayani, oltre che con il cinese. E’ suddivisa in molti dialetti e spesso i tibetani stessi trovano difficile comprendersi tra loro. La lingua straniera più conosciuta è l’inglese.

RELIGIONE: La principale religione del Tibet è stato il Buddhismo, fin dall’arrivo di questa dottrina nel paese durante il corso dell'VIII secolo. Prima di esso veniva praticato come culto principale lo sciamanesimo Bön, il quale ancor oggi comprende una consistente minoranza della popolazione della regione: esso ha influenzato poi la formazione dello stesso Buddhismo tibetano.

ECONOMIA: I tibetani dipendono tradizionalmente dall'agricoltura e dall'allevamento, in particolare di yak. Lo yak rappresenta inoltre una delle maggiori fonti di sussistenza per le famiglie rurali in quanto viene utilizzato come forza motrice per il lavoro nei campi, per il latte e derivati e per la carne. Dagli anni ottanta, con l'arrivo della tecnologia e della modernità dalla Cina, i servizi svolgono un ruolo importante. Gli ultimi anni hanno costituito un'apertura al turismo, quasi esclusivamente interno, recentemente promosso dalle autorità cinesi.

TELEFONO E INTERNET

Prefisso per l'Italia: 0039

Prefisso dall'Italia: 0086

Per telefonare dall'Italia in Tibet è necessario fare lo 0086 seguito dal prefisso della città senza lo 0 e dal numero desiderato. Per telefonare in Italia dal Tibet è necessario comporre lo 0039 seguito dal numero dell'abbonato. Da Lhasa è possibile effettuare chiamate internazionali dal palazzo della posta centrale (Dekyi Shar Lam) e da quello dei telefoni. In tutte le città principali come Lhasa, Gyantse, Tsedang, Shigatse, Khasa funzionano i cellulari abilitati al servizio di roaming internazionale.

Consigliamo sempre di contattare il proprio gestore telefonico prima della partenza per conoscere il proprio piano e sapere se è attivo il roaming internazionale. Consigliamo anche di chiedere al proprio gestore riguardo al Tibet, perché con alcune compagnie risulta difficile inviare SMS o riceverne.

COMUNICAZIONI CON I FAMIGLIARI

Trattandosi di viaggi in aree remote vi consigliamo di avvertire i familiari in Italia che per alcuni giorni potreste non avere connessione e quindi di non preoccuparsi. Per qualsiasi evenienza possono contattare Claudia (00393440877108) per avere notizie o per qualsiasi emergenza. NB: Se non si tratta di emergenza reale e si vogliono avere notizie si richiede gentilmente di mandare un wapp/sms e saranno al più presto ricontattati.

VOLTAGGIO

Tensione: 220 V

Frequenza: 50 Hz

L'elettricità è a 220 volt. Si usano spine di tipo I (Cinese o Australiana a tre lamelle piatte) o di tipo A (Americana a tre poli- lamelle piatte) o G (Britannica a 3 poli- lamelle piatte) è utile dunque portare con sè un adattatore.

CIBO

I pasti tradizionali tibetani consistono principalmente in miglio, carne e prodotti lattici. Le verdure scarseggiano. La Tsampa è il cibo principale (farina di miglio tostata) consumato giornalmente e spesso mescolato con il famoso tè salato al burro di Yak. Molto popolare è anche lo yogurt, consumato da oltre 1000 anni in Tibet. Anche carne secca o affumicata di Yak, montone e manzo, oppure bollito con sale, zenzero e spezie (peperoncino). Se vi viene offerta la coda di Yak o montone, non spaventatevi, è un segno di grande onore. Salsicce, Momo (tibetani), Thenthuk (pasta) e lingua di Yak sono altri piatti forti della cucina tibetana. Oggi giorno in ogni caso la cucina cinese, soprattutto quella del Sichuan, è sempre più popolare. Il pesce, importato dalla Cina, non ha gran successo in Tibet per motivi religiosi. Le bevande popolari sono il Tè al burro e la famosa birra "Chang", anche se ultimamente le bevande imbottigliate diventano sempre più popolari.

ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI

I viaggiatori troveranno nella scheda escursionista valida come contratto di viaggio una sezione per notificare intolleranze ed allergie alimentari.

Per i celiaci consigliamo di stampare il certificato da portare con voi durante il viaggio: https://drive.google.com/a/viaggiaconcarlo.com/file/d/0B2vvcV7WsW9pT3E0dWk2TkNuODA/view?usp=drivesdk

Se pensate di avere problemi di adattamento alla cucina locale,vi consigliamo di portare con voi alimenti di vostro gradimento dall'Italia.

Per i celiaci consigliamo di portare dall'Italia prodotto gluten free, non facilmente reperibili in Nepal, soprattutto per viaggi trekking e/o spedizioni per assicurarsi di non avere problemi.

MALATTIE E VACCINAZIONI

INFORMAZIONI GENERALI

Nessuna vaccinazione è richiesta al viaggiatore italiano che intenda recarsi in Tibet.

Il clima e, soprattutto, le elevate altitudini, contribuiscono a diminuire di molto il proliferare di virus e batteri, pertanto vi sono meno problemi sanitari che in altri paesi asiatici.

Bisognerà però sempre tenere presenti le norme igieniche di base tenendo conto che le condizioni sanitarie non sono delle migliori negli alberghi soprattutto fuori dai principali centri:

- evitare di bere l’acqua di rubinetto in quanto molto spesso non potabile;

- non assumere cibi preparati per strada, che, anche se cotti non offrono sufficienti garanzie igieniche;

- lavare sempre verdura e frutta;

- munirsi dei farmaci di prima necessità (antibiotici, antipiretici) e munirsi, in quantitativo sufficiente per la durata del viaggio, dei farmaci di cui se ne fa un uso abituale.

 

In generale la qualità del servizio sanitario in Cina non è elevata. Solo nelle metropoli è possibile trovare personale medico e sanitario competente, ma con limitata conoscenza dell’inglese o di altre lingue veicolari. I costi di degenza ospedaliera per i cittadini stranieri sono elevati (fino a 500,00 euro al giorno nella capitale); molto onerosi sono anche i servizi forniti da alcune cliniche gestite da associazioni straniere, presenti solo nelle grandi città.

Nelle aree rurali, possono riscontrarsi pesanti carenze sanitarie, strutture inadeguate e personale medico non sufficientemente specializzato.

Nel territorio cinese operano grandi compagnie internazionali come SOS International e Global Doctor che forniscono, (a prezzi elevati), un servizio di trasferimento sanitario di pazienti fuori dalla Cina.

Dal punto di vista della qualità del cibo non incontrerete problemi nelle strutture alberghiere, così come nei ristoranti delle città e in generale in tutti i luoghi più turistici. Importante ricordarsi sempre di non bere acqua direttamente dai rubinetti e di non aggiungere ghiaccio nelle bevande. E’ consigliato anche non mangiare verdura cruda e frutta non sbucciata.

Consigliamo di chiedere sempre consigli alle nostre guide su dove e cosa mangiare, ed essere attenti alla propria igiene personale.

A chi soffre di malattie cardiocircolatorie, di ipertensioni o di qualsiasi tipo di problema respiratorio consigliamo vivamente di parlare con un dottore prima di intraprendere un viaggio ad altitudini elevate.

Consigliamo di portare con sé una scorta di farmaci personali, di cui discutere con il proprio medico. In generale alcuni farmaci utili potrebbero essere: aspirina con vitamina C, disinfettanti intestinali (Bimixim), antidiarroici (tipo Imodium, Dissenten), antinfluenzali/ antidolorifici,  antinfiammatori, antibiotico per le vie respiratorie o ad ampio spettro,  crema antibiotica, fazzoletti umidificati, fazzolettini disinfettanti (Citrosil o simili), collirio, cerotti.

Altre avvertenze:

• bere solo acqua o bevande in bottiglia (da aprire in presenza del consumatore), senza aggiunta di ghiaccio;

• bollire o purificare sempre l’acqua prima di berla;

• non mangiare cibi crudi.

Consigliamo comunque sempre di parlare con il proprio medico o con il Centro di Medicina

di Viaggi dell’ASL di appartenenza, prima di mettersi in viaggio.

MAL DI MONTAGNA

La sindrome di alta montagna (AMS) è causata dalla difficoltà del nostro fisico a reagire rapidamente alla ridotta disponibilità di ossigeno quando l'escursionista raggiunge quote più elevate. In realtà la percentuale di ossigeno rimane la stessa dal livello del mare fino alla cima dell’Everest, ma la diminuzione della pressione riduce la quantità di ossigeno nei nostri polmoni. In alcuni casi, molto rari, la pressione più bassa ad altitudini elevate può causare la fuoriuscita di liquido dai capillari dei polmoni e del cervello. Questo può causare condizioni di pericolo di vita che si manifestano sotto forma di edema polmonare (HAPE) e edema cerebrale (HACE).

Se eventuali sintomi di HAPE o HACE si manifestano già in forma lieve, l'escursionista va fatto scendere di quota immediatamente.

Gli scienziati hanno trovato una scarsa correlazione tra malattia di altezza e avanzamento dell'età, sesso o livello di forma fisica.

I fattori primari che sono stati connessi all'AMS sono:

- un rapido tasso di ascesa

- sovraffaticamento del corpo

- Disidratazione

Il vostro corpo ha la capacità di adattarsi alla ridotta disponibilità di ossigeno, ma bisogna dare una giusta quantità di tempo durante la salita. Più del 75 % di alpinisti di grande esperienza, durante una salita in quota, può soffrire di lievi sintomi associati all'AMS.

Le nostre guide sono preparate per monitorare la vostra condizione e modificare la velocità di ascesa per ridurre i rischi connessi con l’AMS.

L'acclimatamento, e le varie tecniche da noi adoperate per affrontarlo, sono importantissime.

E' importante, anche quando sembrano noiose, ascoltare le nostre guide. Vi ripeteranno continuamente di andare tranquilli, bere tanta acqua, mangiare bene… Ma credeteci, lo fanno per il vostro bene!

Ci sono medicinali per la prevenzione e la cura urgente dell' AMS. Le nostre guide vi spiegheranno bene tutto questo durante il tour, il trekking o la spedizione.

DURANTE IL VIAGGIO

Vi ricordiamo che nel kit sanitario a disposizione delle guide ci sono medicine da viaggio di base (nepalesi). Le guide hanno nozioni di primo soccorso, ma non sono medici. Se necessitate di medicinali specifici dovrete portarli con voi. Inoltre, come specificato nel contratto di viaggio, in caso foste allergici ad alcuni medicinali, è obbligatorio portare la lista tradotta in inglese.

All’arrivo siete inoltre invitati a ricordare alle vostre guide eventuali allergie o intolleranze alimentari.

Se durante il vostro viaggio dovesse insorgere qualsiasi incomprensione con la guida, disservizio che possa pregiudicare la buona riuscita del viaggio o altri eventi che crediate stiano incidendo negativamente sul proseguire dell’esperienza, vi chiediamo di contattare IMMEDIATAMENTE i nostri numeri utili, in modo che si possa risolvere qualsiasi questione in tempi brevi.

Lamentele su questioni considerate risolvibili in itinere non verranno prese in considerazione se espresse solamente a fine viaggio, mentre sono sempre ben accetti consigli e suggerimenti.

In caso di emergenze sanitarie la guida o voi personalmente potete sempre contattare i nostri numeri di riferimento.

I tibetani apprezzeranno i turisti che rispettano alcuni dei loro costumi, come, per esempio, il camminare in senso orario intorno ai templi Buddisti, ai monasteri e ai siti religiosi.

Fumare e vestirsi non appropriatamente nei luoghi sacri (indossando pantaloncini o dimenticando di togliere i cappelli) è considerata una mancanza di rispetto.

I tibetani chiederanno spesso ai turisti fotografie del Dalai Lama. Dal 1996, possedere queste fotografie è diventato un reato ed è importante ricordare che il distribuirle potrebbe attirare l'attenzione delle forze di sicurezza non solo sulla tua persona, ma soprattutto su chi le riceve.

Evita di:

- Comprare antichità

- Comprare prodotti fatti con animali selvatici, specialmente lo “shatoosh”, la lana dell'antilope tibetana

- Frequentare ristoranti e fare acquisti in negozi cinesi

- Lasciare offerte in punti prestabiliti all'interno degli istituti religiosi: vi sono buone probabilità che il denaro finisca nelle tasche delle autorità cinesi

Cerca di:

- Lasciare le donazioni sugli altari o consegnarle direttamente ai monaci o alle monache

- Fare donazioni ai pellegrini provenienti dalle province tibetane

- Presta attenzione all'ambiente quando fai trekking e non inoltrarti in aree remote

- Considera attentamente le implicazioni negative che potrebbero derivare dal parlare o regalare oggetti ai tibetani, incluse fotografie del Dalai Lama. Non chiedere informazioni circa la situazione dei diritti umani

TELEFONI UTILI STAFF ITALIANO

CLAUDIA +393440877108

TELEFONI UTILI STAFF NEPALESE

ARUN +977 9851120604

SICUREZZE

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare sul sito https://www.dovesiamonelmondo.it/?1

Nel complesso, la Regione Autonoma è un paese sicuro per i turisti; forse, il problema più serio è l'altitudine e i suoi effetti. In passato si sono verificati alcuni incidenti tra ufficiali di sicurezza e turisti occidentali, spesso dovuti alle eccessive tariffe dei posti di controllo. Quando tratti con ufficiali di sicurezza usa sempre la massima discrezione.

MANCE E DONAZIONI

In Tibet la mancia è molto gradita. Noi consigliamo sempre di dare la mancia in considerazione del livello di soddisfazione che avete avuto con il nostro staff. La mancia è un sentimento che deve nascere dal cuore, difficile quindi stabilire delle cifre. Considerato però che spesso ci viene chiesto a quanto dovrebbe ammontare vi suggeriamo le medie delle mance, sempre considerando che è un qualcosa che decide il cliente e nulla di obbligatorio.

MEDIA MANCE A GRUPPO PER GUIDA AL GIORNO

GRUPPO DI PERSONE

DAYS OF TRIP

1-2

3-5

5-8

10 e più

1-10

€11.00

€12.00

€13.00

€15.00

11-20

€10.00

€11.00

€12.00

€13.00

21-30

€10.00

€10.00

€11.00

€12.00

MEDIA MANCE A GRUPPO PER ASSISTENTE AL GIORNO

GRUPPO DI PERSONE

DAYS OF TRIP

1-2

3-5

5-8

10 e più

1-10

€9.00

€10.00

€11.00

€13.00

11-20

€8.00

€9.00

€10.00

€11.00

21-30

€8.00

€8.00

€9.00

€10.00

MEDIA MANCE A GRUPPO PER PORTATORE AL GIORNO

GRUPPO DI PERSONE

DAYS OF TRIP

1-2

3-5

5-8

10 e più

1-10

€7.00

€8.00

€9.00

€10.00

11-20

€6.00

€7.00

€8.00

€9.00

21-30

€6.00

€6.00

€7.00

€8.00

Le donazioni ai luoghi di culto (come molti tibetani fanno) vanno lasciate sull'altare o date direttamente ad un religioso. Questo assicura che la donazione rimanga nel tempio. Spesso, a Lhasa o in prossimità di centri religiosi, i turisti incontrano mendicanti. Solitamente sono pellegrini provenienti dal Tibet rurale. Dare loro una piccola donazione significa aiutarli a raggiungere la loro destinazione e assicurerà un merito al donatore. Se fai delle offerte, il loro ammontare non sia eccessivo: potresti dare l'impressione di avere qualche fine recondito.

AMBASCIATE E CONSOLATI

AMBASCIATA D'ITALIA A PECHINO (CANCELLERIA CONSOLARE)

San Li Tun, 2 Dong Er Jie - 100600 Pechino

telefono: +86-10-8532 7600

fax: +86-10-6532 4676

E-mail: ambasciata.pechino@esteri.it

Sito web: http://www.ambpechino.esteri.it

Recapito telefonico di emergenza: +86-139 0103 2957

Orari di apertura al pubblico: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 09:00 alle ore 12:00

VIAGGIACONCARLO BY HIMALAYAN TRAILFINDER

Viaggiaconcarlo by Himalayan Trailfinder è situata nel quartiere turistico e alpinistico di Thamel, nel centro di Kathmandu. Il nostro team locale garantisce professionalità e ottima assistenza e, per buona parte dell’anno, personale italiano è presente in sede. Agenzia di Kathmandu: 

https://goo.gl/maps/BKzusRuJ31s

Indirizzo:

Post BOX - 14219 Thamel - KATHMANDU (Di fianco all’ Hotel Red Planet) Cellulare Nepal: +977 9806713590 Ufficio Nepal: +977-1-4700760 4700860, 4700960

NUMERI UTILI AL VOSTRO ARRIVO IN NEPAL:

Al vostro arrivo un membro del nostro staff vi attenderà all’uscita principale dell’aeroporto, con un cartello che riporta il vostro nome e il logo della nostra compagnia. Per qualsiasi urgenza potete contattare il nostro team locale ai seguenti numeri.

Local agents English Speaking: Ms Shanu (+977 9841456531)/ Mr Arun (+977 9851120604)/ Mr Niran (+977 9803309736)

TURISMO RESPONSABILE

Viaggiaconcarlo è un tour operator mirato a un turismo sostenibile e responsabile.

L’obiettivo è quello di aiutare l’economia locale attraverso il turismo, inserendo nei programmi strutture familiari e coinvolgendo più persone locali nell‘organizzazione di ogni viaggio.

Crediamo in un turismo autentico, inteso non come una vacanza, ma come una vera esperienza di vita e un arricchimento dei propri valori morali e culturali.

Come sempre, la cosa più importante è ricordare che siamo in un paese con usi e costumi diversi, e che è fondamentale rispettare la cultura del paese che ci sta ospitando, e delle tribù con le quali entrerete in contatto.

Prima di scattare foto o video, chiedete sempre il permesso e aspettate un cenno o una conferma. Non lasciate traccia del vostro passaggio e rispettate l’ambiente circostante.

Non regalate caramelle ai bambini e non date loro denaro: se volete regalare qualcosa a chi incontrate, parlatene sempre con la vostra guida.

Ricordate inoltre che Non è consentito esportare oggetti antichi di più di 100 anni e prodotti derivanti da animali protetti, inclusi i prodotti tessili derivanti da animali protetti.

Before printing think about environment and costs!

Prima di stampare pensa ai costi ambientali!!!

www.viaggiaconcarlo.com         SCHEDA TECNICA TIBET /14