Version 5.5.6.563  (22/01/2019)

Errori corretti:

 

Version 5.5.6.549  (30/11/2018)

Errori corretti:

 

Version 5.5.6.544  (31/10/2018)

Errori corretti:

 

Version 5.5.6.540 (25/10/2018)

Errori corretti:

 

E’ stata implementata la funzione di download excel anche nelle opzioni di tabella, il menu che appare cliccando con tasto destro sul bottone a destra delle intestazioni: in questo modo si può richiedere il download della tabella specifica

Implementazioni:

Version 5.5.3.517 (23/07/2018)

Errori corretti:

 

-          (Rif.QIQ) la tabella , nel caso di piu colonne ordinate , in caso di somma sommava più volte gli importi nel totale finale.

-          (Rif.TES) Aggiunto log in caso di mancata lettura di localConfig

-          (Rif.MAR) Su mac non funzionava correttamente il calcolo dei MaxChars in presenza di Edit Code o Edit Word da as400

-          (Rif.MAR) venivano considerate delle variabili di output come opzioni di subfile, anche se non venivano validate dalla regola

-          (Rif.TES) QUando si salvavano le impostazioni tabella per utente, non venivano memorizzate le condizioni di apertura filtro e di somma sulle colonne.

-        (rif.FME) Corretto il funzionamento del componente di Desktop Path (il componente che indica quali livelli di menu sono aperti): nn era correttamente sincronizzato con l’effettivo livello del menu.

-        (rif.FME) sull’ ExtendDesktop (il desktop che funziona con i file di menu del modulo base), quando ci si collegava con altro utente mostrava il menu del precedente utente

-        (rif.FME) In fase di modifica manuale di pannello, il componente FieldIOPopNoInput non veniva selezionato correttamente con un click

-        (rif.TES) in caso di intestazioni di colonna di subfile presenti su formato diverso dal SFLCTL,  Impostando l’attributo leaveConstants=false” sulla regola DetectTableHeaders, le intestazioni di colonna non venivano nascoste

Implementazioni:

Version 5.5.2.497 (30/05/2018)

Errori corretti:

 

-        (Rif.ECO) In fase di primo utilizzo del client Mobile, versione Android, il campo link di attivazione non accettava la funzionalità di “copia/incolla” di un testo. 

-        (Rif.ECO) In alcuni casi, sul client, quando un programma richiamava un altro programma con subfile, tornando indietro e richiamando il programma una seconda volta, le righe venivano nuovamente aggiunte, in quanto non eseguiva il clear del subfile..   

-        (Rif.SIA) In alcuni casi il Composer durante l’avvio non caricava il corretto project ma una versione precedente in cache, dando l’impressione di aver perso le modifiche precedentemente svolte..

-        (Rif.LAB) Utilizzando la rotella del mouse su un subfile, quando poi si ritornava al menu, il menu appariva rimpicciolito (scalato).

-        (Rif.TES) Quando in modifica manuale, o sullo stile di una BaseTable veniva impostato l’attributo showFilters = true (ovvero si desidera che la tabella appaia con i campi filtro già aperti), la tabella ignorava la modifica.

        

Version 5.5.2.485 (11/05/2018)

Errori corretti:

 

-        (Rif.ECO) Nel componente FieldIOBarcode il ritorno ad AS400 con tasto di funzione non era attivo.   

-        (Rif.ECO) client Web: in alcuni casi durante l’avvio l’applicazione si bloccava con Fatal Error 1009.

-        (Rif.RIV) client Web: in alcuni casi ‘utilizzo di FieldOImage provocava Fatal Error 1009.

-        (Rif.ECO) Nella BaseTable gli ordinamenti per data non erano corretti     

-        (Rif.IPE) Abbandonato l’utilizzo delle dialog box native sul Client Mobile, in quanto in alcuni casi venivano gestite in modalità asincrona; l’app veniva eseguita senza attendere le risposte della dialog Box. E’ stato ripristinato il dialog box interno

-        (Rif.IRC) Non funzionava correttamente la scrollbar sulle tabelle

-         (Rif.CG) Appariva un contenitore bianco al di sotto del desktop

-            (Rif.CG) Il Composer andava in crash durante l’esecuzione di STRPYCMD

        

Implementazioni:

WSE400 V5R0M0

Version 5.5.1.451 (07/03/2018)

Errori corretti:

 

-      (Rif.CG) In alcuni casi, l'upload di excel importava anche i campi di solo output di un subfile, alterando i dati di ritorno al programma rpg.

Version 5.5.1.439 (01/03/2018)

ATTENZIONE: A PARTIRE DALLA PRESENTE VERSIONE SI RENDE NECESSARIO INSTALLARE SU AS400 LA VERSIONE V5R0M0 (O SUCCESSIVE) DELLA LIBRERIA WSE400.

-       (Rif.SIA) Nelle tabelle all’ interno di una window venivano intercettate per errore anche le intestazioni di campi non contenuti nella window

-        (Rif.SIA) Composer: in fase di modifica manuale, in alcuni casi non funzionavano più i bottoni dei box di alert

-     (Rif.SIA) Composer: in fase di modifica manuale, trascinando un campo con il mouse, a volte rilasciando il tasto del mouse il componente continuava a muoversi con il movimento, rimanendo “agganciato” al mouse

-        (Rif.WHI) il componente fieldOImage continuava a mostrare la croce di immagine non trovata anche quando l’immagine veniva caricata correttamente.

-        (Rif.WHI) migliorata l’operazione di riconnessione dopo interruzione del socket

-        (Rif.CRM) Composer: inserito blocco di salvataggio del project se richiesto durante le modifiche al pannello

-         (Rif.SIA) Client: non funzionava più il menu del client richiamato dal bottone rosso

-         (Rif.SIA) Tabella: in alcune condizioni, i contenuti della tabella venivan tagliati di alcuni pixel sulla sinistra

Implementazioni:

 <systemSection optimizeStyling="true" imageStorage="true"/>

NOVITA’ DEL CLIENT MOBILE

Version 5.1.5.240 (30/11/2017)

ATTENZIONE: A PARTIRE DALLA PRESENTE VERSIONE SI RENDE NECESSARIO INSTALLARE SU AS400 LA VERSIONE V4R1M1 (O SUCCESSIVE) DELLA LIBRERIA WSE400.

Errori corretti:

 

-          (Rif.API) non elaborava correttamente il pairing delle tabelle

-          (Rif.SVI) Sul FieldOImage, quando si espandeva l’immagine, lo zoom con rotella mouse ea molto lento

-          (Rif.VIX) Il PYLink, se usato in una tabella prendeva la dimensione del testo originale (generalmente lunga, in caso contenesse un link) anzichè  quella fissata sugli stili

-          (Rif.PEL) FieldOImage: Implementato attributo address per compatibilità con altri componenti

-          (Rif.OXA) In talune condizioni la renderizzazione veloce di una tabella mandava in crash l’applicazione

-          (Rif.SVI) Il componente PYOSCommand, quando veniva evocato il notepad di Windows, tentava di passargli un nome del file da aprire composto di soli spazi.

-        (Rif.TES) Nel Composer, quando si tentava di aprire un project (menu: Project->Apri project), l’applicazione andava in crash.

-        (Rif.TES) Nel Composer, quando si tentava di chiudere la finestra Salva Project con la “X” di Windows, l’applicazione andava in crash.

-      (Rif.SVI) Non si potevano specificare regole di trasformazione di tipo PopField separate che gestissero diversi tipi di separatore (ad esempio:  1=blabla, 2= blabla.. E 1/blabla, 2/blabla….).

-      (Rif.SVI) Utilizzando la rotella del mouse su una tabella, in direzione verso l’alto, la barra di scorrimento non veniva correttamente aggiornata

-      (Rif.SVI) Utilizzando la rotella del mouse o i tasti di paginazione verso il basso su una tabella, le righe scrollavano verso l’ alto oltre la fine della tabella, provocando disallineamenti con la barra di scorrimento.

-     (Rif.CAI) Nei componenti FieldIOFileUploader, e FieldOLink, rimaneva memorizzata una icona precedente, nel caso il dato proveniente da AS400 era vuoto (e quindi non avrebbe dovuto mostrare icone)

-     (Rif.CAI) Nei componenti FieldIOImageUploader, e FieldOImage, ed icone in genere, rimaneva memorizzata la grafica di immagine non trovata (rettangolo grigio con X nera) anche nel caso in cui il dato proveniente da AS400 era vuoto (e quindi non avrebbe dovuto mostrare il segnale di immagine non trovata)

Implementazioni:

        NOVITA’ DEL COMPOSER

WSE400 V4R1M1 (20/11/2017)

Errori corretti:

Nota: è necessario rieseguire il comando RPX_ADAPT per tutte le applicazioni che presentassero tale errore.

Implementazioni:

Version 5.0.1.183 (30/10/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

Version 5.0.1.169 (10/10/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

WSE400 V4R1M0 (05/10/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

WSE400 V4R0M0 (31/08/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

Version 5.0.1.101 (28/08/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

Version 5.0.0.772 (31/3/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

COME IMPOSTARE UN SERVICE

1.           Impostare regola di trasformazione

a.           Impostare il componente di servizio e relativo stile

                                                                           i.     PYDSPFService = programma

                                                                         ii.      PYSQLService = tabella sql

                                                                        iii.      PYBrowser = pagina web

b.          Impostare i campi che valorizzeranno i parametri

                                                                           i.      ….

c.           Impostare le condizioni per le quali far apparire il service

                                                                           i.     

2.           Definire lo stile per il service da creare

a.           Impostazione del comando

                                                                           i.      CALL PGM1 PARM(?1 ?2 ?3)

                                                                         ii.      SELECT  MEAND0, METND0, MECAR0, sum(MEPRL0) FROM $meridqiq group by MEAND0, METND0, MECAR0

                                                                        iii.      http://maps.google.com/search?address=?1+?2+?3

b.          Impostazione di visualizzazione del servizio:atrtibuto appearance

                                                                           i.      Service=visualizza subito il servizio

                                                                         ii.      Button=visualizza il bottone che aprira il servizio

c.           Definire stile del bottone (buttonStyle) e sua posizione: attributo  buttonPosition

                                                                           i.      Free= libera (x e y) o dipendente da suo contenitore

                                                                         ii.       onTop= sopra il formato del servizio a mo di barra del titolo

                                                                        iii.       None= nessun bottone

d.          Definire la posizione di partenza del formato servizio una volta aperto: attributo homePosition

                                                                           i.      Manual=impostare homeX e homeY

                                                                         ii.      Auto=dipendente dal contenitore

                                                                        iii.      fromButton=basata sulla posizione del bottone (unito all’apertura con click, dà l’effetto di zoom del servizio dal bottone)

e.          definire la posizione di destinazione del servizio quando viene aperto

                                                                           i.      attributi openedX/Y; attenzione: sono relative al contenitore!

1.           Se il contenitore è una barra servizi (es. expandFormat) posizionata a destra, per espandere il servizio a sinistra occorrera assegnare un valore di x negativo, sufficiente a motrare il formato completo (basatevi sulla width che avete impostato, ad es. se la width è 300, impostarex=-300)

                                                                         ii.      In caso si desideri impostare un servizio gia aperto, impostare openedX/Y uguale a homeX e Y

                                                                        iii.      Scala di partenza: attrbuti minScaleX/Y

1.           per dare l’effetto zoom; in caso di homePosition=”from_button verranno impostate automaticamente; per un servizio che si desideri apparire già aperto impostare gli attributi a 1

f.        Impostazione di avvio del servizio: attributo service Open

                                                                           i.      “Immediate” quando appare il formato collegato

                                                                         ii.      “deferred” quando si clicca il bottone del servizio

g.           Impostazione della sessione dinamica: attributo serviceDynamicSession

                                                                           i.      False, la sessione viene avviata ala prima richiesta del servizio e rimane aperta fino a chiusura del client.

                                                                         ii.      True, la sessione viene avviata alla prima richiesta (sia immediate che deferred) e viene chiusa quando viene chiuso il service (sia immediate che deferred)

h.          Impostazione tasto funzione di chiusura del servizio: attributo  returnPfKey

                                                                           i.      È il tasto di funzione di chiusura del programma richiamato da callProgram

1.           Valido solo per PYDSPFService

i.         Impotazione del titolo: atributo serviceTitle:

                                                                           i.      In caso di appearence=button appare come testo del bottone

                                                                         ii.      In caso di buttonPosition=onTop, appare come titolo della finestra del servizio

j.        Impostazione della navigazione: attributo serviceNavigation

                                                                           i.      True: attiva i tasti di navigazione del service, disattivando quelli dell applicazione; in questo caso per tornare a navigare con l applicazione principale occorre chiudere il service

                                                                         ii.      False: non attiva la navigazione

 

Version 4.2.4.746 (15/3/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

Version 4.2.4.727 (27/2/2017)

Errori corretti:

Implementazioni:

Version 4.2.4.719 (22/2/2017)

Errori corretti:

Implementazioni: