Published using Google Docs
vademecum BES. 21-22
Updated automatically every 5 minutes

ISIS FERMO SOLARI


VADEMECUM alunni con BES

Referente Area BES prof.ssa TAVOSCHI MONICA

monica.tavoschi@isisfermosolari.it

Nel presente documento, si comunicano i tempi e le modalità di consegna della documentazione riservata relativa agli alunni con Bisogni educativi Speciali e si forniscono alcune linee-guida.

1. DOVE REPERIRE LA MODULISTICA

Nel drive di istituto sono reperibili come modelli i seguenti documenti:

E’ possibile consultare un tutorial del prof. Federico Pastore al link https://youtu.be/UaCTqR-RNeQ che illustra come creare correttamente i documenti.

2. CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RISERVATA

SI INVITANO I DOCENTI A REPERIRE LE INFORMAZIONI UTILI SUGLI ALLIEVI AL FINE DI ADOTTARE LE MISURE ADEGUATE.

La documentazione riservata è contenuta nell’armadio posto in segreteria didattica. I fascicoli degli alunni con sostegno si trovano nella parte destra dell’armadio; quelli degli allievi con DSA sono distribuiti per classi e raccolti in raccoglitori gialli; quelli degli alunni con BES, ADHD e altre problematiche sono nel raccoglitore rosso.

La segretaria farà apporre la firma su apposito modulo nel quale si indicherà la data di ritiro e di consegna del fascicolo richiesto.        

Il fascicolo può essere letto in una stanza dell’istituto ma non può essere portato all’esterno.

3. CHI COMPILA LA DOCUMENTAZIONE

I PDP vanno compilati nella parte generale dal coordinatore e poi condivisi con i docenti del consiglio di classe che indicheranno le strategie individuate per la loro disciplina.

I PEI saranno abbozzati dal docente/i di sostegno della classe e successivamente condivisi con il consiglio di classe, lo psicologo di riferimento e la famiglia.

In sede di riunioni dell’equipe multidisciplinare, nel mese di novembre, questi documenti saranno discussi e completati/approvati.

4. DAD e DDI

Nel caso di DAD e DDI, nei PDP e nei PEI è necessario inserire una parte, in calce al documento, relativa alla modalità di svolgimento della Didattica a distanza evidenziando strumenti compensativi e dispensativi, mezzi e obiettivi utilizzati per l’alunno con BES per favorire l’inclusione e compensare le difficoltà di apprendimento, in base al modello predisposto.

5. CONSEGNA DOCUMENTAZIONE

Si comunica che i documenti in oggetto dovranno essere inviati, tramite posta elettronica dell’Istituto, all’Ufficio didattica entro il 30 NOVEMBRE.

Si ricorda che va portata in segreteria una sola copia cartacea con le firme di tutto il consiglio di classe, della famiglia e dell’allievo (in caso di chiusura dell'istituto la consegna del cartaceo con le firme sarà posticipata fino al rientro a scuola).

6. PRESENTAZIONE ALLA SCUOLA DELLA SEGNALAZIONE DI DSA E AGGIORNAMENTI

I docenti coordinatori dovranno comunicare, via mail alla referente, ogni situazione di disagio che intendono valutare o segnalare evitando diffusione incontrollata di informazioni riservate.

Le famiglie consegnano alla segreteria in busta chiusa la segnalazione /valutazione/ aggiornamento della diagnosi. Tale segnalazione va trattata nel rispetto della normativa della privacy.

A questa operazione segue il contatto con la famiglia da parte del referente DSA dell'Istituto e del coordinatore per una fase conoscitiva-informativa e, contestualmente, il team/consiglio di classe interessato verrà messo a conoscenza dei contenuti per dare avvio alla stesura del PDP.

I docenti coordinatori sono cortesemente invitati a comunicare via mail alla referente ogni nuova certificazione/individuazione/segnalazione di alunni con BES al fine di poter aggiornare l’elenco dell’istituto.

Si ricorda che le diagnosi di DSA vanno convalidate da ente pubblico autorizzato (AAS, La Nostra Famiglia e l’ospedale Burlo di Trieste) e aggiornate al cambio di ciclo scolastico in funzione dell’iscrizione all’Università.

Le istituzioni scolastiche accolgono le segnalazioni di DSA rilasciate da privati con riserva, in attesa della dichiarazione di conformità, avviando le opportune azioni per la redazione e l’attuazione del PDP. Nell’attesa è comunque opportuno attivare ogni forma di supporto per favorire l’apprendimento e compensare le difficoltà.

 

7. INDIVIDUAZIONE ALUNNI CON BES (C.M. N.8 DEL 6/3/2013)

Gli alunni con BES si individuano sulla base di documentazione clinica presentata dalle famiglie oppure dal Consiglio di classe “motivando opportunamente, verbalizzandole, le decisioni assunte sulla base di considerazioni pedagogiche e didattiche al fine di evitare contenziosi”.

Per quanto riguarda gli alunni con cittadinanza non italiana si specifica che essi necessitano anzitutto di interventi didattici relativi all’apprendimento della lingua e solo in via eccezionale della formalizzazione tramite un PDP.

 

8. INVII E SEGNALAZIONI DI ALUNNI CHE PRESENTANO DISTURBI DI APPRENDIMENTO O ALTRE PROBLEMATICHE

Nel caso di richiesta di consulenza e/o nuove segnalazioni è necessario compilare i moduli appositi (Richiesta di consulenza all’ AAS o ai Servizi Sociali) sottoscritti dalla famiglia e consegnarli in segreteria la quale provvederà all’invio riservato.

In caso di necessità è possibile e opportuno chiedere un incontro con gli operatori dell’Azienda sanitaria e la famiglia.

PER OGNI EVENTUALE CHIARIMENTO RELATIVO AGLI ALLIEVI CON BES, CONTATTARE LA PROF.SSA TAVOSCHI MONICA.

                                                LA DIRIGENTE SCOLASTICA

                                                Dott.ssa MECCHIA Manuela