PROGETTO DI ANTICIPO E POSTICIPO

SCUOLA PRIMARIA CRISPI - ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5

ANNO SCOLASTICO 2018/2019

Responsabile progetto

dott. Dioniso Aurelio Palazzini Dallaserra

Contatto responsabile

d.palazzini@coneducazione.org - 3887758657

Obiettivo  del progetto

Il progetto educativo-pedagogico è orientato a offrire uno spazio educativo per gli alunni e le alunne della Scuola primaria F. Crispi dell’Istituto Comprensivo Trento 5, al contempo la proposta è orientata a facilitare la conciliazione dei tempi di vita dei genitori.

Destinatari delle azioni del progetto e modalità di fruizione

Gli alunni e le famiglie aderenti dell’Istituto comprensivo Trento 5 (Scuola primaria Crispi).

L’accoglienza ai bambini con bisogni educativi speciali è garantita nella misura in cui si riscontri una funzionale collaborazione con gli organi dirigenziali della Scuola, il Consiglio di Classe, l'insegnante di sostegno e l'assistente educatore di riferimento e la famiglia dell'alunno/a. Previa questa disponibilità verrà realizzato un P.E.I. o P.E.P. integrativo con l'obiettivo combinare in modo armonico le attività proposte al fine di favorire il benessere e la socializzazione dell'alunno/a.

Finalità generali

La finalità è offrire un servizio educativo significativo per la crescita dei bambini e delle bambine orientato alla conciliazione dei tempi di vita della famiglia.

Obiettivi ed attività

L’obiettivo principale è quello di costruire uno spazio relazionale significativo di benessere per sostenere la crescita e lo sviluppo armonico dei bambini e delle bambine.

La dimensione del gruppo dei pari è sostenuta ed orientata in un contesto di ascolto reciproco ed è orientata al far emergere l’empatia ed rispetto reciproco nel gruppo con l’obiettivo di favorire un percorso armonico di socializzazione. Il gruppo dei bambini e bambine è inteso come un luogo nel quale sperimentare la dimensione del quotidiano per mezzo della stabilità delle relazioni e della condivisione di tempi, spazi ed attività educative.

Il percorso per l’anno scolastico 2018/2019 è predisposto al fine di creare e co-creare assieme ai bambini spazi possibili di esplorazione attraverso le attività educative. Il progetto è volto a facilitare i processi di auto-organizzazione del gruppo e del singolo ed è orientato a farne aumentare le capacità di agency. Il clima di empatia in tal senso è orientato a sostenere l’autostima dei partecipanti. La programmazione delle attività si basa su una pedagogia puerocentrica ed il progetto è pensato per una piena socializzazione dei pari al fine di implementare lo sviluppo di competenze trasversali/relazionali e riflessive.

L'articolazione delle attività è regolata in tempi di 25 minuti al fine di garantire il rispetto del tempo vissuto nell’attività prevista affinché i processi emotivi e cognitivi possano trovare spazio protetto e prevedibile senza interruzione alcuna.

In momenti particolari dell'anno saranno predisposti momenti specifici con obiettivi particolari (che verranno comunicati/e per tempo alle famiglie).

Le attività proposte sono declinate tenendo in considerazione l'età degli alunni/e in modo da poter cogliere al meglio le opportunità che gli spazi scolastici offrono (aula con attività ludico-espressive e palestra con attività di gioco e movimento).

Le attività del progetto sono predisposte in collaborazione con le famiglie della Scuola Crispi e sono articolate per offrire spazi ludico-ricreativi tra i quali: disegno e pittura (tempere, acquarelli, pennarelli); laboratori di manualità espressiva con materiali malleabili (das e sabbia cinetica) lettura di fiabe e favole anche con micro-progetti centrati sulle emozioni (riflessività); laboratori espressivi di mascherine, collage, attività ludico-riflessive (attività anche correlate a dei momenti specifici dell’anno). Giochi da tavolo, attività creative proposte in condivisione con le famiglie aderenti al progetto. E’ prevista (nel periodo invernale) la visione di qualche cartone animato selezionato dal coordinatore pedagogico, l’obiettivo è quello di fare sollecitare la riflessività (anche verbale) rispetto a quanto visto da parte dei bimbi. Le giornate di martedì e giovedì sono orientate al benessere psicomotorio in chiave ludica attraverso giochi di movimento: cerchi, ruba coda, nascondino, giochi con la palla, creazione di percorsi vari al fine di favorire il coordinamento oculo manuale in un contesto dove la cooperazione e l’empatia sono alcune delle attività proposte.

E' garantita ai bambini la possibilità di decidere assieme al gruppo dei pari le attività ludiche preferite in modo di fare emergere un protagonismo autodiretto, proattivo e partecipato, in tal senso il gioco libero è considerato un vero e proprio maestro in grado di stimolare nei bambini la fantasia nel gioco figurato anche attraverso costruzioni originali ed autodirette dei materiali a disposizione in palestra.

Tutte le attività non solo obbligatorie ed è garantito al bambino e alla bambina il diritto di riposarsi.

La programmazione potrà subire delle variazioni al fine di tutelare le manifestazioni spontanee di interesse nei confronti di un'attività specifica da parte dei bimbi ed al contempo permettere alle famiglie di proporre qualche iniziativa speciale durante l'anno scolastico.

Per quanto riguarda i compiti scolastici all’interno del posticipo, di norma è il bambino/a nel fare presente il proprio impegno scolastico all’educatore/educatrice che predisporrà uno spazio ad hoc all’interno dell’aula e in palestra.

Tempi e alleanza educativa  (famiglie, Istituto Trento 5 e ConEducAzione)

Per tutto l'anno scolastico. L’orario dell’anticipo è previsto dalle ore 7,30 alle 08.00 e quello per il posticipo è dalle ore 16.00 alle ore 18,00.

Le giornate al posticipo sono così strutturate: in palestra (interna alla Scuola Crispi) per le giornate di martedì e giovedì mentre per le giornate di lunedì, mercoledì e venerdì si utilizza un'aula per attività laboratoriali/compiti.

Le attività sono declinate in modo da permettere uno spazio significativo di espressività per gli alunni e per tali ragioni è richiesto alle famiglie coinvolte di aderire al progetto educativo-pedagogico come forma di impegno nei confronti delle regole stabilite in modo condiviso con l'Istituto Trento 5.

Al fine di una solida alleanza educativa le famiglie aderenti al progetto sono chiamate a contribuire al buon andamento del progetto stesso con la massima puntualità di ricezione durante le finestre di uscita. A tal proposito si evidenzia che gli accordi presi con il Dirigente scolastico non sono automatici e che vengono presi ogni anno solo dopo un previo accertamento di alcuni alcuni prerequisiti essenziali del progetto: si chiede alle famiglie di rispettare in modo continuo le modalità stabilite nella consegna del minore nel luogo ed ora indicati al fine di garantire il buon andamento del progetto ed al contempo la sicurezza interna alla Scuola primaria.

Altri aspetti rilevanti e pratici per la condivisione dell’alleanza educativa sono:

Metodologie e figure coinvolte

L'approccio puerocentrico nei metodi e nelle tecniche del coordinamento pedagogico orienta la propria tensione educativa nel proporre contesti significativi al fine di di fare emergere l'espressività e l'unicità di ogni bambino/a. L'obiettivo è quello di favorire in modo armonico il benessere dei bambini e la piena socializzazione nel gruppo dove le attività educative ed il gioco fungono da mezzo per la relazione.

Ad ogni settimana è prevista una programmazione delle attività da parte dell'equipe educativa (formata un coordinatore pedagogico/educatore, un/una stagista ed eventuali figure di riferimento per progetti specifici interni  al posticipo  (educatrice per la lingua straniera, il counsellor per i percorsi sulle emozioni, le volontarie ed i volontari per progetti e/o attività specifiche).

Al coordinatore pedagogico/educatore ed al/alla stagista è garantita una supervisione settimanale di un/a counsellor professionale.

Allo/a stagista dell'Istituto di scuola secondaria di secondo grado è garantito un percorso formativo individualizzato e centrato sull'empowerment e sull'acquisizione di competenze mediante un percorso che si avvale della consulenza di un/una coordinatore pedagogico e di un/una counsellor. In caso di malattia dell’educatore di riferimento l’Associazione garantisce una adeguata sostituzione, l'Associazione avrà cura di comunicare per tempo i dati di riferimento della persona sostituente in modo tale da favorire ogni aspetto utile all'entrata e all'uscita del minore. Le eventuali sostituzioni verranno comunicate via e-mail con tutti i riferimenti utili.

L’associazione si impegna comunicare alle famiglie il nome dell'educatrice o dell'educatore scelto per il servizio almeno due settimane prima dell'inizio del servizio nel caso non sia lo/a stesso/a dell’anno precedente.

Risultati attesi

- Benessere individuale di ogni singolo bambino/a all'interno del gruppo

- Socializzazione educativa orientata a sostenere l’autostima ed il protagonismo dei bambini e delle bambine.

- Sostegno alla conciliazione dei tempi di vita per le famiglie della Scuola primaria Crispi.

- Soddisfazione per il progetto proposto da parte delle 3 parti coinvolte: l’associazione delle famiglie della scuola Crispi, l’Istituto comprensivo Trento 5  e ConEducAzione a.p.s.

Luogo e data ________________________________________________________________________________

Firma di presa visione e accettazione________________________________________________________________

APS CONEDUCAZIONE  

via F.lli Bronzetti 29 – Trento

C.F. 96090790229

www.coneducazione.og  ~  info@coneducazione.org

/