II Assemblea di Marche Solidali - Verbale

Data e ora 5 febbraio 2013 alle 17:30 in seconda convocazione

Luogo: Senigallia, Palazzo del Duca, sala del Trono, nella Piazza del Duca.

Associazioni presenti e assenti:

N.    NOME

1    ACTIONAID ANCONA

2    AMICI DEL QUILOMBO onlus

3    AMICI DI PIABIETA' ONLUS

4    Apurimac onlus

5    Arci Ancona

6    Associazione Missionaria ALOE Onlus

7    AVM CSV

8    CESTAS

9    CIFA

10    CIRCOLO CULTURALE AFRICA

11    COSPE

12    CVM

13    DASS Onlus

14    Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi per i più bisognosi - onlus

15    Associazione Onlus FUNIMA International

16    GSI Marche

17    ISCOS Marche

18    Medina

19    Perigeo Onlus

20    progetto Queimadas

21    REES Ass.ne Rete Economica Etica e Solidale delle Marche

22    SENIORES

23    SOSMISSIONARIO

24    Talitha Koum Cameroun

25    TAMAT

26    L'Africa Chiama

27    Associazione Liberato Zambia

28    ACSIM Onlus

29    Gus - Gruppo Umana Solidarietà

30    Associazione Internazionale Noi Ragazzi Del Mondo Marche Onlus

31    Bimbo Aquilone

32    Bambini del deserto

33    Premio Vallesina

15 soci presenti e 18 assenti

Ordine del giorno:

- Raccolta quote associative 2013 (10 €)

L’Assemblea fissa la quota associativa per il 2013 a 10 €. Le quote sono raccolte tra i presenti in contanti.

-  L’Assemblea approva la domanda di adesione di Action Aid, rappresentata da Silvia Mariotti.

- L’Assemblea decide l’apertura del conto corrente di Marche Solidali su Banca Etica; Valeria Bochi si impegna a trasmettere le informazioni sulle tipologie di conto più adatte. Vincenzo Russo procederà con l’apertura del conto. Saranno autorizzati ad operare sul conto il presidente Vincenzo Russo e la tesoriera Michela Glorio.

- Approvazione del regolamento

Il regolamento allegato viene letto ed approvato dall’Assemblea

- Bilancio preventivo 2013

Il Bilancio allegato viene approvato dall’Assemblea

- Evento con i giornalisti: 14 febbraio a Urbino, 7 marzo ad Ancona

Vincenzo Russo presenta le due iniziative sollecitando la partecipazione ai due eventi.

- Corso per i volontari

Raffaella Nannini presenta l’iniziativa prevista per maggio.

“Istituire un percorso comune di formazione dei volontari, secondo lo schema: presentazione comune, formazione comune, esperienza di volontariato nella singola associazione”

Di seguito le prime considerazioni fatte.

L’azione prevede l’organizzazione di un percorso comune di formazione rivolto a persone interessate a svolgere volontariato.

POSSIBILI TEMI DA TRATTARE NEL CORSO:

E’ emersa la possibilità di realizzare il corso suddividendolo in:

-- una parte più teorica

1) aspetto motivazionale della scelta

2) modifiche allo stile di vita come parte dell’essere volontario

3) dialogo interreligioso

4) gestione e mediazione dei conflitti

5) Nuove povertà , le problematiche sociali del mondo in cui viviamo oggi  (Testimonianza di migranti)

--ed una più pratica

1) comunicazione  (parlare in pubblico, come rapportarsi col pubblico durante un banchetto..)

2) organizzazione di eventi

3) trucca bimbi/palloncini, cose molto pratiche

TARGET: GIOVANI E ADULTI, di eta’ compresa fra i 18 e 40 ANNI

TEMPI: Cicli di incontri (4/5 incontri) ciascuno della durata di 1 giornata (dalla mattina al tardo pomeriggio) da tenersi nel week end (Sabato o Domenica).

Punti chiave emersi:

1. Necessità di coordinarsi con il CSV e la campagna per il volontariato da loro promossa (spt per quanto riguarda la promozione del corso)

2. Auspicabile il coinvolgimento (sia in fase di strutturazione del corso, sia in fase di fruizione, quindi come corsisti) di associazioni di immigrati/giovani di seconda generazione o iscritte al COM se presenti, o comunque presenti e attive sul territorio

3. Possibilità/necessità di realizzare il corso in maniera parallela in due città diverse (una per Marche Nord ed una per Marche Sud) con stessi relatori e stesse modalità, per permettere una maggior partecipazione

4. Il corso deve essere aperto a tutti e a tutte le associazioni del COM e deve formare volontari “trasversali”, che possano quindi prestare il loro servizio in tutte le associazioni del COM (da qui la scelta di non focalizzarsi eccessivamente sulle tematiche nord/sud etc etc. ma di affrontare tematiche trasversali a più associazioni di volontariato e fornire strumenti di immediata utilità per un eventuale servizio in Italia, a prescindere dal volontariato all’estero, che può essere eventualmente compiutamente trattato dalle singole associazione interessate in fase di Formazione Specifica

5. Necessità di individuare una modalità efficace per presentare in fase conclusiva del corso le varie associazioni del COM e permettere ad ogni corsista una scelta consapevole e partecipata dell’associazione in cui eventualmente prestare servizio (“colloquio” in gruppi ristretti piuttosto che presentazione congiunta)

- Programmazione prossima annualità

La Regione Marche ha concesso un contributo per la seconda annualità del Progetto “COM Coordinamento delle Organizzazioni Marchigiane - Marche Solidali” pari a 35.200 €.

L’Assemblea decide di stabilire gli obiettivi prioritari per la seconda annualità in questi termini:

1. Rafforzare i contatti con gli altri coordinamenti regionali e la partecipazione ai coordinamenti nazionali e di altre nazioni (Turingia e Balcani in particolar modo per la presenza di realtà operative esistenti e interessate a collaborare). Per le iniziative relative a questo obiettivo le referenti saranno Michela Glorio, Chiara Crocianelli, Valeria Bochi.

2. Creazione di un gruppo di lavoro, guidato da Sofia Angeletti del CIFA, per la creazione di un coordinamento marchigiano di PIDIDA

3. Ampliare la base dei soci e la loro partecipazione

4. Continuare il lavoro sulla formazione e la comunicazione iniziato con la prima annualità.

Allegati:

Regolamento Marche Solidali

Bilancio Preventivo 2013