Dal 2007,

- ‘tangible book value’ si è apprezzato del 8.4%;

- mediamente ha scambiato in borsa sui 50 mln. € (ca. 3.5 volte ‘tangible book’);

- ha attualmente ca. 11% di ‘intangibles’ su ‘book value’;

- ‘leverage ratio’ (‘total debt to EBITDA) sempre ben minore di 1 (--> ‘investment grade’, di solito sotto i 2);

- ‘ebitda’ mai inferiore a 50 volte le ‘interest expenses’ (‘interest coverage ratio’ ben superiore al minimo richiesto da una AAA secondo prof. Damodaran);

- ‘shares outstanding’ attorno agli 11 mln.;

- l’ultimo dividendo, 2012, è di 3.08 mln. €: storicamente i dividendi sembrano approssimare la generazione di cassa;

- ca. il 65% della società è detenuta dai fondatori:

pos.: dovrebbero avere incentivo a distribuire buona parte degli utili --> meno rischi di investimenti poco oculati;

pos.: dovrebbero avere un orizzonte temporale non di breve;

neg.: potrebbero assegnarsi stipendi non allineati con il mercato;

- attualmente sembra scambiare attorno a 3-4% di ‘free cash flow yield’ o 5 volte ‘tangible book’ --> potrebbe valer la pena accumulare attorno un prezzo di 5.7€, ovvero ad un valore che rappresenterebbe 5.7 * 11 mln. azioni --> 57 mln. € di ‘market cap’ e dove i 3-4 mln.€ di generazione di cassa rappresenterebbero un 6% di ‘fcfy’.