Tavolo 7

PRIMA FASE

Parola ai Cittadini al tavolo

Segretario:  Giuseppe Toscano

Facilitatore:  Palmira Lombardo

Nome proponente

Titolo proposta

1° voto

Voto finale

1

Rosario Leonardi

Referendum propositivo su base percentuale 1% degli iscitti alle liste elettrorali e non numerica

7

9

2

Salvatore Siragusa

Referendum Finanziario: introduzione obbligo anche per i comuni con soglia di spesa legata al numero degli abitanti  

9

10

3

Alfio Casella

Nomina revisore dei conti ed eventuale revoca nello statuto comunale

2

2

4

Salvatore Siragusa

Bilancio partecipato almeno il 10% della spesa per gli investimenti dei comuni sia stablita mediante strumenti di partecipazione popolare

7

5

5

Mario Nucifora

Integrazione della certificazione elettronica e della firma digitale degli elettori presso gli uffici elettorali comunali

10

10

6

Salvo Sapuppo

Cittadino straniero

no modifica art. 1 art 2 comma 3

art 24 bis comma 1 lettera c abbassare la soglia del 60% al 10%

7

1

7

Rosario Leonardi

art 24 bis comma 1 a maggioranza assoluta

1

8

9

10

Appunti sulle proposte discusse durante La Parola ai Cittadini ai Tavoli:

SECONDA FASE

Open Space Technology (OST)

Segretario:  Giuseppe Toscano

Facilitatore: Palmira Lombardo

Titolo dell’argomento discusso:Integrazione della certificazione elettronica e della firma digitale degli elettori presso gli uffici elettorali Comunali

Appunti:

Sintesi da presentare alla fine all’assemblea plenaria: Mario Nucifora

Disegno di legge: istituzione del registro elettronico per la raccolta delle firme in formato digitale a supporto dei referendum regionali.

Premessa: estendere  lo stesso principio che ad oggi  viene utilizzato per la firma dei documenti digitali per le votazioni refererendarie sia regionali che comunali utilizzando gli uffici elettorali gia esistenti nei comuni.

Si propone di avere a livello comunale un registro di firma digiitale e quindi attivare attraverso gli uffici elettorali la digitalizzazione dell’identità dell’elettore, per far si che il voto referendario possa essere espresso attraverso un accesso on line, tutti i cittadini saranno identificati  e certificati in maniera univoca una sola volta poter accedere alla votazione .Come strumento utilizzabile si propone una chiavetta usb contenente il certificato di firma digitale. Cio consentirebbe un abbattimento  dei costi ad oggi sostenuti e faciliterebbe la votazione anche ai cittadini che hanno momentaneamente difficoltà agli spostamenti o sono fuori sede.