Rete Servizi BibliotecariProvincia di Pesaro e Urbinohttp://www.uniurb.it/it/portale/img/logo_uniurb.png

A partire dal 1 ottobre 2015 sono cambiate le modalità di deposito delle tesi di dottorato.

Termini

Ai sensi del vigente Regolamento dei Corsi di Dottorato di Ricerca, entro i 15 giorni precedenti l’esame finale è necessario depositare il PDF della tesi di dottorato nell’Archivio istituzionale dell’Università di Urbino, ORA (https://ora.uniurb.it/).

L’avvenuto deposito della tesi di dottorato è condizione necessaria per poter sostenere l’esame finale.

Attenzione

Per poter depositare la tesi, è obbligatorio sottoscrivere la licenza di deposito in ORA che comparirà nell’ultima schermata

I documenti depositati nell’Archivio istituzionale d’Ateneo sono protetti dalla legge italiana sul Diritto d’autore (legge n. 633/1941) e, salvo diversamente specificato, possono essere utilizzati e riprodotti solo per motivi di studio e ricerca e con l’obbligo di citarne la fonte.

Modalità di deposito

  1. Autenticazione:

Dalla home page di https://ora.uniurb.it, cliccare sul pulsante login in alto a destra e inserire le credenziali:

 

Login: nome.cognome@stud

Password: la stessa della posta elettronica

Avvenuta l’autenticazione, compare il desktop dei propri prodotti, con l’elenco degli eventuali prodotti inseriti in precedenza e che possono essere modificati finché si trovano nello status “da completare” (rotellina grigia in corrispondenza sulla destra > completa l’inserimento).

Per inserire un nuovo prodotto, cliccare sul pulsante “Nuovo prodotto” in alto a sinistra.

  1. Inserimento dati,  nuova registrazione :

nella prima schermata (“Recupera i dati da servizi bibliografici o carica i dati manualmente”) selezionare “registrazione manuale” e dal menu a tendina per la “tipologia di documento” selezionare la voce “tesi di dottorato”; cliccare poi su “inserimento manuale”

Il procedimento di deposito è suddiviso in 5 schede con vari campi da compilare (il simbolo * indica quelli obbligatori).

Il sistema permette in qualsiasi momento, premendo il pulsante “Chiudi” in fondo alla pagina, di fermarsi e salvare quanto inserito, per continuare in un momento successivo.

Scheda 1 : Inserire il titolo della tesi e l’anno di discussione. Il campo “altro titolo” è a disposizione per l’eventuale inserimento del titolo in un’altra lingua.

Scheda 2 : Inserire le informazioni sul dottorato, sull’Ateneo, e altri dati relativi alla tesi.

Tra i campi obbligatori c’è anche quello per l’inserimento dell’abstract della propria tesi in lingua inglese; è possibile, eventualmente anche aggiungere una versione in lingua italiana.

Attenzione

È consigliabile compilare con accuratezza e completezza le schermate di descrizione, perché questo renderà maggiormente visibile e rintracciabile il proprio lavoro di tesi sui motori di ricerca.

Scheda 3 : inserimento dell’autore

Nell’inserimento del responsabile del documento (autore) è obbligatorio inserire il proprio cognome e iniziale del nome nel box che appare cliccando su “effettua il riconoscimento automatico”.

In questo modo, infatti, il sistema può ricercare fra i dati presenti al suo interno e presentare una lista di persone (docenti, tecnici ricercatori e dottorandi) tutti afferenti all’Università di Urbino e caricarli con la giusta forma nel campo obbligatorio “Autore”

Selezionare i propri dati, che compariranno poi anche nel campo “Autore” sottostante

Scheda 4 : caricamento del file

Secondo quanto stabilito dall’art. 22 comma 7 del “Regolamento dei corsi dei dottorati di ricerca” (D.R. n. 325 del 15/07/2015) è obbligatorio archiviare nel deposito istituzionale ORA il full-text della propria tesi, in formato PDF (o PDF/a) senza protezioni (password o simili).

La registrazione deve rispettare sempre e comunque le norme sui diritti di proprietà intellettuale. Pertanto, se la tesi è stata pubblicata o è in fase di pubblicazione presso un editore è necessario verificare se, e a quali condizioni, l’editore permette la registrazione negli archivi istituzionali come ORA. Stessa cautela va prestata per altri tipi di accordi, come quelli di riservatezza con società che hanno finanziato la propria ricerca o il proprio brevetto.

Per maggiori dettagli sui diritti di proprietà intellettuale, scrivere a Sebastiano Miccoli (e-mail:

sebastiano.miccoli@uniurb.it).

come nominare il file da caricare:

Se la tesi viene archiviata in un unico file, è necessario nominarla nel seguente modo: phd_uniurb_numeromatricola.pdf (Es. phd_uniurb_123456.pdf)

Se il file è molto pesante a causa di immagini, tabelle o grafici può essere suddiviso in più parti.

Se la tesi viene archiviata in più file, è necessario, dopo avere caricato il primo file, cliccare su “Aggiungi un altro file” e associare ai successivi file un numero come nel seguente esempio:

Embargo

In ORA è possibile scegliere quando rendere visibile la propria tesi, dilazionando la visibilità del full text ad un momento successivo all’archiviazione (tramite l’embargo):

Selezionando come “Policy di accesso”

E’ obbligatorio scaricare il modulo richiesta embargo, compilarlo e recapitarlo all’Ufficio Alta Formazione (altaformazione@uniurb.it).

Scheda 5 : verifica dei dati

In questa scheda è possibile procedere a una verifica accurata dei dati inseriti

Scheda 6 : Licenza e declaratoria per l’auto-archiviazione della tesi:

Per poter depositare la tesi, è obbligatorio sottoscrivere la licenza di deposito in ORA che compare nell’ ultima schermata 

Declaratoria:

E’ necessario stampare la Declaratoria per l’Auto Archiviazione delle tesi di dottorato; una volta stampata, dovrà essere compilata e firmata, quindi inviata, con allegato un documento di identità valido, alla caselle di posta elettronica altaformazione@uniurb.it e sba@uniurb.it

Prima dell'invio, i file dovranno essere rinominati rispettivamente:

Declaratoria_num.matricola.pdf

Documento_num.matricola.pdf

Superato l’esame di dottorato, i referenti del Sistema Bibliotecario d’Ateneo verificheranno il corretto inserimento dei metadati della tesi e procederanno alla pubblicazione on line dei riferimenti bibliografici e del full-text (se non coperto da embargo).

Attenzione

Il  rilascio del titolo di Dottore di ricerca, è subordinato al deposito della tesi di dottorato in ORA, adempiendo in questo modo anche alla Normativa sul deposito legale dei documenti.

Link utili

Prontuario d’uso di IRIS a cura del Cineca

Linee guida CRUI per il deposito delle tesi di dottorato negli archivi apertiLink verso un sito esterno

Licenze Creative Commons